News

Salute in estate, attenzione al caldo

01 agosto 2016
Salute in estate, attenzione al caldo

01 agosto 2016

La temperatura eccessiva, soprattutto se va a braccetto con un’elevata umidità, può mandare in tilt il sistema di termoregolazione del nostro organismo. E causare malori. Ma chi è più a rischio? E a cosa bisogna stare attenti?

Chi è più a rischio?

Alcune persone sono più a rischio di malori dovuti al caldo. Ad esempio:

  • gli anziani: hanno condizioni fisiche generalmente più compromesse e l’organismo può essere meno efficiente nel compensare lo stress da caldo e rispondere adeguatamente ai cambiamenti di temperatura. Fra gli anziani, è a rischio maggiore chi soffre di malattie cardiovascolari, ipertensione, patologie respiratorie croniche, insufficienza renale cronica, malattie neurologiche;
  • le persone non autosufficienti: dipendono dagli altri per regolare la temperatura dell’ambiente in cui si trovano e per l’assunzione di liquidi, indispensabili in queste condizioni atmosferiche;
  • i neonati e i bambini piccoli: a causa della ridotta superficie corporea, che comporta una minor dispersione di calore, e per la loro non completa autosufficienza, possono essere esposti al rischio di un aumento eccessivo della temperatura corporea e a disidratazione, con possibili conseguenze dannose sul sistema cardiocircolatorio, respiratorio e neurologico;
  • chi fa esercizio fisico o svolge un lavoro intenso all’aria aperta: può disidratarsi più facilmente degli altri;
  • le persone che vivono sole e/o isolate socialmente: non possono contare su un tempestivo intervento in caso di bisogno;
  • chi usa alcuni farmaci: i medicinali possono potenziare gli effetti negativi del caldo, in particolare quelli che si prendono per curare malattie croniche (cardiache, renali, diabete, depressione...). In questo caso è meglio consultare il proprio medico di famiglia per adeguare eventualmente la terapia. Attenzione, però: i farmaci non devono essere sospesi o modificati senza l’approvazione preventiva del medico. Il fai da te rischia di aggravare la situazione invece di migliorarla.

I nostri consigli per affrontare al meglio l’estate

Ecco dei semplici consigli per affrontare al meglio, e in sicurezza, l'estate:

  • bevete molta acqua, almeno due litri al giorno, evitando le bevande troppo fredde, gli alcolici e il caffé;
  • consumate cibi freschi con alto contenuto di acqua e sali minerali, come insalate e frutta;
  • riducete il livello di attività fisica;
  • non esponetevi al sole nelle ore centrali della giornata;
  • posizionate il climatizzatore a una temperatura non troppo bassa. Il termostato deve essere regolato a 26-28 gradi per evitare uno sbalzo eccessivo tra dentro e fuori;
  • indossate abiti leggeri e comodi, prefendo le fibre naturali, come il cotone e il lino. Evitate l’abbigliamento sintetico;
  • in auto, aprite gli sportelli e aspettate il ricambio d’aria prima di entrare, soprattutto se il veicolo è stato parcheggiato al sole. Usate le tendine;
  • se vi sentite male a causa del calore, bagnatevi il capo con acqua fresca. Così facendo abbasserete la temperatura corporea.

Stampa Invia