News

Farmaci: ecco i trucchi che ti spingono a comprarli senza necessità

12 maggio 2016
Farmaci: ecco i trucchi che ti spingono a comprarli senza necessità

12 maggio 2016

Sei sicuro di aver bisogno di tutti i medicinali che hai in casa? Molto spesso è la pubblicità che ti induce falsi bisogni. Esistono trucchi che le case farmaceutiche utilizzano per spingerti a comprare farmaci che in realtà non ti servono. Ecco quali sono.

L'inganno sta dietro l'angolo anche quando si parla di salute e farmaci: basti pensare al caso Roche e Novartis, le multinazionali recentemente multate per aver favorito un medicinale carissimo. L'industria farmaceutica e la sua pubblicità mettono continuamente in atto tante tecniche per invogliarci a comprare sempre più farmaci, spesso inutili e costosi.

Le tecniche per farci comprare di più

Conoscere queste tecniche è certamente il primo passo per imparare a difendersi e imparare a comprare solo quello che davvero ci serve. Ecco allora alcuni esempi di trucchi, da tenere a mente quando si acquistano farmaci:

  • Farmaci nuovi, ma solo più cari: un sistema per vendere farmaci più costosi è quello di proporre continuamente nuovi medicinali, anche se spesso non c'è nessuna novità quanto ad efficacia e sicurezza. 
  • Medicine anche ai sani: ad esempio, negli Stati Uniti, si continuano ad abbassare  livelli minimi di colesterolo nel sangue che necessitano dell'uso di farmaci anticolesterolo - le statine - aumentando così, di molto, il numero di persone a cui potrebbero essere prescritte. Da inchieste è poi emerso che una buona parte dei membri della commissione incaricata di stilare le nuove linee guide avevano rapporti di lavoro con le case farmaceutiche produttrici di statine.
  • Azioni specifiche inventate: l'esempio più diffuso è quello dell'ibuprofene, un comune antidolorifico. Il principio attivo è sempre lo stesso, ma un farmaco viene publicizzato come adatto al mal di testa, uno come indicato per i dolori mestruali, l'altro per la febbre: pur contenendo tutti la stessa sostanza curativa. In questi casi, non farti prendere per i fondelli e scegli il farmaco equivalente meno caro.

Stampa Invia