Speciali

Quali sono e come funzionano i contraccettivi in commercio

16 giugno 2016
pillola

16 giugno 2016

Ecco una panoramica di tutti i metodi contraccettivi, ormonali e no. Per ognuno, vi diciamo di cosa si tratta, come funziona, quanto è efficace e i suoi vantaggi e svantaggi.

Cos'è e come funziona l'anello vaginale

Che cos'è

È un anello soffice e flessibile di 54 mm che si inserisce in vagina (si può fare da sole, senza l'intervento del medico) e si lascia in posizione per 3 settimane consecutive. La sua efficacia non è condizionata da un posizionamento preciso all’interno della vagina, perché l’effetto contraccettivo è legato al rilascio di ormoni. Nel caso in cui l’anello venga accidentalmente espulso, esso può essere lavato con acqua fredda o tiepida e deve essere reinserito immediatamente.

Necessita della prescrizione medica e non è rimborsato dal servizio sanitario nazionale. L’anello va lasciato in posizione per 3 settimane consecutive, poi viene rimosso e nella settimana di pausa seguente generalmente compare la mestruazione. L’anello va rimosso agganciandolo con il dito indice oppure afferrando l’anello fra indice e medio e tirando verso l’esterno. Dopo 7 giorni dalla rimozione, lo stesso giorno della settimana in cui era stato inserito l’anello precedente, può essere inserito un nuovo anello. La mestruazione di solito inizia 2–3 giorni dopo la rimozione e potrebbe non essere completamente terminata nel momento in cui deve essere inserito il nuovo anello.

Come funziona

L'anello rilascia un estrogeno (etinilestradiolo) e un progestinico (etonogestrel), assorbiti rapidamente attraverso le strutture della vagina. Il rilascio costante dei due ormoni inibisce l'ovulazione.

Efficacia ed effetti collaterali

Se utilizzato correttamente, l’efficacia di questo metodo è simile a quella della pillola contraccettiva. I disturbi riportati più spesso sono: mal di testa, vaginiti e leucorrea cioè perdite vaginali biancastre. Anche gli effetti collaterali, o meglio i rischi, sono simili a quelli della pillola, da valutare insieme al medico.

  • Sospetto di gravidanza.
  • Malattie dell’apparato cardiocircolatorio (pressione alta, trombosi, embolie, flebiti).
  • Diabete o una ridotta tolleranza agli zuccheri.
  • Malattie dei reni e del fegato.
  • Alterazioni nel metabolismo dei grassi.
  • Tumori dell’apparato genitale e della mammella.
  • Abitudine al fumo.

Vantaggi

Pratico e facile. Si applica solo una volta al mese.

Svantaggi

Non protegge da malattie sessualmente trasmesse. È possibile l'espulsione.