Speciali

Quali sono e come funzionano i contraccettivi in commercio

16 giugno 2016
pillola

16 giugno 2016

Ecco una panoramica di tutti i metodi contraccettivi, ormonali e no. Per ognuno, vi diciamo di cosa si tratta, come funziona, quanto è efficace e i suoi vantaggi e svantaggi.

Cos'è e come funziona il preservativo femminile

Che cos'è

Il preservativo femminile è composto da due anelli flessibili posti alle estremità di una morbida guaina di poliuretano o lattice, lunga quanto un preservativo maschile. L'anello interno (ermeticamente chiuso) va sospinto profondamente in vagina. L’anello esterno - nell'estremità opposta - rimane aperto al di fuori della vagina, coprendo in parte i genitali. In questo modo, l'uomo può introdurre il pene in erezione nella vagina da quest'apertura.

Come funziona

Costituisce una barriera tra i partner per evitare lo scambio di fluidi corporei, proteggendo così, oltre che da gravidanze indesiderate, anche da malattie sessualmente trasmissibili. A differenza del preservativo maschile, il condom femminile può essere inserito in vagina alcune ore prima del rapporto.

Efficacia

Il preservativo femminile è considerato non solo un valido metodo contraccettivo per evitare gravidanze inattese, ma anche un efficace barriera contro le malattie veneree. Il preservativo femminile fallisce (in piccola percentuale) in caso di rottura, foratura (s'inserisce con la punta del dito) o di errato posizionamento.

Svantaggi

Qualcuno può trovarlo scomodo o difficile da inserire e usare: l'anello esterno, ad esempio, può causare qualche fastidio durante il rapporto. Può essere inavvertitamente spinto totalmente dentro la vagina, permettendo quindi un contatto tra questa e il pene, o può rompersi o avere delle perdite, principalmente a causa della cattiva conservazione.