News

Cani pericolosi polizza obbligatoria

27 marzo 2009

27 marzo 2009

Abolita la lista dei cani pericolosi e affermata la piena responsabilità (civile e penale) del padrone in caso di danni provocati dal cane. Queste le principali novità contenute nell'ordinanza ministeriale pubblicata lo scorso 23 marzo.

Viene inoltre previsto l'obbligo di utilizzare un guinzaglio di lunghezza non superiore a 1,5 metri quando si porta il cane a passeggio - fatte salve le aree specifiche per i cani individuate dai comuni - e di portare sempre con sé la museruola, da usare in caso di rischio per l'incolumità delle persone. Si amplia la responsabilità anche per chi "a qualsiasi titolo, accetti di detenere un cane non di sua proprietà".

Sottoscrivere una polizza
Fra le altre cose, l'ordinanza afferma che i servizi veterinari, nel momento in cui rilevano un caso di rischio potenzialmente elevato, debbano iscrivere il cane su un registro aggiornato: il proprietario, quindi, dovrà stipulare una polizza di responsabilità civile per danni contro terzi.

Per rimarcare ulteriormente che il padrone del cane deve essere pienamente responsabile per il proprio cane, si stabilisce che i minorenni, gli interdetti e gli inabili per infermità di mente non possono possedere un cane che sia stato inserito nel registro. Tale divieto vale anche per chi è "delinquente abituale o per tendenza", che abbia riportato una condanna non definitiva per delitto non colposo o che sia stato condannato per maltrattamento di animali.

Divieto di esaltare l'aggressività dei cani
Si ribadisce il divieto di addestrare i cani esaltandone l'aggressività, di fare operazioni di selezioni e incrocio con questo fine oppure destinate a modificare la morfologia del cane non finalizzata a scopo curativo (per esempio recisione corde vocali, taglio delle orecchie). Il taglio della coda è consentito solo per le razze riconosciute dalla Federazione Cinofila Internazionale.


Stampa Invia