News

Bank of fuel e quegli sconti che non convincono

03 settembre 2014
Bank of fuel e quegli sconti che non convincono

03 settembre 2014

Fare il pieno alla propria auto risparmiando quasi il 40%? In agosto Bank of fuel ha lanciato le carte prepagate con sconti da capogiro, utilizzabili in tutte le pompe di benzina. Ma da subito gli aspetti che non convincevano erano diversi, a partire dalla smentita arrivata da Mastercard. Ora il sito è stato oscurato.

Fare il pieno alla propria auto arrivando a risparmiare fino al 37%? La promessa allettante, accompagnata da una massiccia campagna pubblicitaria sui social network e via email, era stata lanciata nel mese di agosto dalla Bank of fuel. Chi aderiva all'iniziativa, in pratica, poteva acquistare una carta prepagata di diversi formati, pagandola tramite bollettino postale, carta di credito o bonifico, per fare benzina con sconti notevoli. I tagli, diversificati in base alle esigenze, andavano da quello da 99 euro (che dà diritto a una spesa di carburante di 140 euro, con uno sconto del 29%) alla versione cosiddetta Platinum, a un prezzo di 299 euro, che prevedeva la possibilità di fare 470 euro di carburante (con uno sconto del 37%). Troppo bello per essere vero? E infatti, da subito, diversi aspetti lasciavano spazio a dubbi.

Ma cosa c'è di strano?

Sulla carta che veniva pubblicizzata compare il logo di Mastercard, ma l'azienda si è da subito affrettata a smentire di aver avuto partnership o accordi commerciali di qualsiasi tipo con la Bank of fuel. Perciò, difficilmente la carta verrà accettata per pagamenti sui POS delle pompe di carburante. In secondo luogo, l'entità dello sconto sembrava essere davvero eccessiva, in aggiunta al fatto che la carta sarebbe stata utilizzabile in tutti i distributori presenti sul territorio nazionale. Su quest'ultimo aspetto, puntuale, era già arrivata una nuova smentita da parte di IP che ha negato di aver mai avviato una collaborazione in tal senso con la società. Dopo aver sospeso la possibilità di acquistare le tessere in una prima fase, adesso il sito Bankoffuel.it è stato oscurato dalla polizia postale per procedimento della Procura della Repubblica presso il tribunale di Savona.

Meglio non farsi abbindolare da offerte esagerate

Davanti a possibilità di risparmio così esagerate, il nostro consiglio è sempre quello di non farsi abbindolare, per evitare brutte sorprese. Quella di Bank of fuel, infatti, è solo l'ultima trovata di quegli operatori che cercano di convincere i consumatori con prodotti che promettono miracoli.

 

Cerchi una prepagata, ma non sai quale scegliere? Il servizio online mette a confronto decine di carte per aiutarti a trovare la più conveniente.

Scegli la tua carta prepagata


Stampa Invia