News

Conto troppo caro? È ora di cambiare

15 gennaio 2015
Conto troppo caro? È ora di cambiare

15 gennaio 2015

Le condizioni cambiano e la fedeltà, almeno in fatto di conti correnti, spesso non paga. Le banche infatti spesso cambiano le condizioni economiche dei conti correnti. Verifica se il tuo conto è ancora vantaggioso e, nel caso, fatti aiutare dal nostro servizio per trovarne uno più conveniente.

Se, nelle scorse settimane, hai ricevuto l'estratto conto finale del tuo conto corrente relativo al 2014, meglio non cestinarlo. Non si tratta dell'ennesima comunicazione inutile da parte della banca, ma contiene informazioni importanti. Ti puoi rendere conto, infatti, di quanto è costato effettivamente il tuo conto, in base all'utilizzo effettivo nel corso dell'anno.

Le condizioni cambiano

Gli istituti spesso ritoccano al rialzo i propri listini. Alcune banche ad esempio aumentano il costo dei bonifici online che prima, nella maggior parte dei casi, erano gratuiti. Altre aumentano il costo delle commissioni delle operazioni fatte dal cliente allo sportello in agenzia, come per i pagamenti delle bollette, i bonifici e i prelievi in contante. Cambiare banca, scegliendone un'altra che non ha fatto aumenti o che ha comunque costi inferiori, può essere la giusta via per risparmiare.

Segui i nostri consigli

  1. Individua il costo complessivo del tuo conto, consultando l'estratto conto finale
  2. Confronta le condizioni dei conti per scegliere il più conveniente. Se hai bisogno di una mano, fatti aiutare dal nostro servizio online
  3.  

    Confronta i conti correnti


  4. Usa i foglietti informativi: è più semplice trovarli sui siti delle banche che nelle agenzie
  5. Fai attenzione alle comunicazioni che arrivano dalla banca, hai 60 giorni di tempo per recedere dal contratto alle vecchie condizioni e senza spese
  6. Attenzione anche se vai in rosso: oltre agli interessi passivi, infatti, dovrai pagare una cifra fissa che arriva anche a 50 euro per i rossi che durano più di 7 giorni in un trimestre o che ammontano a più di 500 euro
  7. Invia un reclamo scritto alla banca in caso di problemi. L'istituto ha 30 giorni di tempo per rispondere, in caso contrario o se dà risposta negativa, puoi rivolgerti all'Arbitro bancario e finanziario.

Stampa Invia