News

Affitto gli obblighi fiscali

01 marzo 2010

01 marzo 2010

Una buona notizia per chi ha una casa da affittare: gli adempimenti sono diventati un po' più semplici. La possibilità di registrare i contratti e di pagare le relative tasse online ha reso più facile e molto più veloce tutta la procedura.

Registrare il contratto d'affitto
Qualsiasi contratto di locazione, di durata superiore ai 30 giorni all'anno, deve essere registrato entro un mese dalla data in cui è stipulato, qualunque sia l'importo del canone d'affitto. Per la registrazione, il proprietario di casa ha due possibilità: può andare in un qualsiasi ufficio dell'Agenzia delle entrate o utilizzare internet. Quest'ultima è la via più comoda e veloce. La registrazione telematica consente inoltre di pagare online anche le imposte di registro e di bollo ed eventuali interessi di mora e sanzioni. La si può fare da soli o ci si può rivolgere a un intermediario (commercialisti, Caf, agenzie immobiliari, associazioni di proprietari...), purché sia abilitato a Entratel, il servizio telematico dell'Agenzia delle entrate.

Registrare via internet la locazione
Per registrare da sé via internet il contratto di locazione, per prima cosa bisogna avere l'abilitazione ai servizi telematici dell'Agenzia delle entrate: il via libera si può ottenere online (www.agenziaentrate.it) o rivolgendosi a un ufficio dell'Agenzia. Dal 2009 la registrazione telematica è diventata più semplice, perché non serve più scaricare dal sito l'apposito software "contratti di locazione", ma si possono compilare i moduli direttamente in rete. Il programma, oltre a permettere la registrazione telematica, calcola subito l'importo delle tasse dovute per la registrazione stessa e chiede il numero di conto corrente su cui effettuare il prelievo. Allo stesso modo, negli anni successivi si possono pagare le imposte di registro.


Stampa Invia