News

Bonus Stradivari: confermato anche per il 2018 il contributo per l’acquisto di strumenti musicali

20 marzo 2018
bonus stradivari

20 marzo 2018
È stato confermato anche per il 2018 il contributo una tantum (noto come bonus Stradivari e introdotto lo scorso anno) per l’acquisto di uno strumento musicale per gli studenti di conservatori e licei musicali. Lo sconto massimo è di 2.500 euro e viene riconosciuto al momento dell’acquisto. Ecco chi ne ha diritto e come ottenerlo.

La legge di bilancio 2018 ha deciso di confermare anche per quest’anno il contributo una tantum per l’acquisto di strumenti musicali da parte di studenti. Si tratta di uno sconto pari al 65% del prezzo di vendita comprensivo di iva, il cui ammontare massimo deve essere di 2.500 euro. Fai attenzione però, il contributo, noto come bonus Stradivari, è ridotto dell’importo eventualmente utilizzato nel 2016 o nel 2017. Ecco chi ne ha diritto e come ottenerlo.

Chi ne ha diritto

Possono accedere allo sconto gli studenti, in regola con il pagamento delle tasse di iscrizione per l’anno 2017-2018 o 2018-2019, iscritti a:

  • licei musicali;
  • corsi preaccademici;
  • corsi del precedente ordinamento;
  • corsi di diploma di primo e secondo livello dei conservatori di musica, degli istituti superiori di studi musicali e delle istituzioni di formazione musicale e coreutica autorizzate a rilasciare titoli di alta formazione artistica, musicale e coreutica.

Qui trovi l’elenco di tutti gli istituti.

Il contributo una tantum è relativo all’acquisto di uno strumento musicale nuovo, coerente con il corso di studi cui è iscritto lo studente. In particolare, oltre agli strumenti espressamente indicati si considerano coerenti anche quelli “affini” o “complementari”, in base a dichiarazioni rilasciate dagli istituti di appartenenza. Il contributo può essere usato anche per l’acquisto di un singolo componente dello strumento (ad esempio i piatti della batteria), ma non per i beni di consumo (come corde o ance). Va ricordato, infine che il personal computer non è mai agevolabile.

Come ottenerlo

Il contributo viene erogato sotto forma di sconto sul prezzo di vendita (comprensivo di Iva) ed è praticato direttamente dal rivenditore o produttore.

Per ottenerlo, lo studente deve richiedere al proprio istituto, che è tenuto al rilascio, un certificato d’iscrizione non ripetibile “per tale finalità”, da cui risulti il suo cognome, nome, codice fiscale, corso e anno di iscrizione e lo strumento musicale coerente con il corso di studi. Il certificato è in duplice copia, perché una deve essere consegnata al venditore al momento dell’acquisto. Al rivenditore o al produttore dello strumento spetta un credito d’imposta pari allo sconto riconosciuto.


Stampa Invia