News

Il modello Isee

01 marzo 2009

01 marzo 2009

Per beneficiare di agevolazioni in numerosi settori (rette dell'asilo, tasse universitarie, bollette) è necessario presentare un'apposita dichiarazione, che attesta dello stato di disagio economico.

Che cos'è l'Ise
L'Ise (indicatore di situazione economica) calcola la situazione economica del nucleo famigliare ed è dato dalla somma dei redditi e dal 20% del patrimonio mobiliare e immobiliare complessivo. Viene utilizzato dai Comuni per concedere assegni famigliari e di maternità.

Che cos'è l'Isee
L'Isee (indicatore di situazione economica equivalente) è un indicatore ponderato in base ai componenti della famiglia: si calcola dividendo l'Ise per il numero delle persone della famiglia ciascuna delle quali ha un peso differente in base a parametri stabiliti per legge. Viene usato dagli enti che garantiscono agevolazioni alle persone con una situazione economica disagiata: l'università per il pagamento delle tasse, le mense scolastiche, le società elettriche o telefoniche per la riduzione delle bollette o del canone.
L'Inps gestisce la banca dati per il calcolo dei due indicatori e rilascia una certificazione che vale un anno.

Come presentare la dichiarazione
Quando si richiedono le agevolazioni, bisogna presentare la dichiarazione sostitutiva direttamente agli enti a cui le si richiede oppure ai Comuni, ai Caf (centri di assistenza fiscale), alle agenzie dell'Inps. Caf e Inps aiutano anche a compilare le dichiarazioni, che vanno fatte su un modello scaricabile dal sito dell'Inps . La dichiarazione ha validità annuale e si riferisce alla situazione economica dell'anno precedente. La dichiarazione va presentata e sottoscritta di persona davanti all'addetto dell'ufficio competente oppure inviata con firma autenticata e fotocopia di un documento di identità.


Stampa Invia