News

730 online: la compilazione assistita

La compilazione assistita

La compilazione assistita è la novità del 2018 e permette di modificare nel dettaglio le spese del 730 precompilato e di ottenere dei vantaggi sui controlli dell’Agenzia delle entrate.

  • contributo tecnico di
  • Tatiana Oneta
  • di
  • Vittoria Vigoni
16 maggio 2018
  • contributo tecnico di
  • Tatiana Oneta
  • di
  • Vittoria Vigoni
compilazione assistita 730

La novità più importante che riguarda il 730 precompilato on line del 2018 è la possibilità di utilizzare la “compilazione assistita”.

La compilazione assistita permette di modificare il proprio modello 730 nel dettaglio, usufruendo di alcuni vantaggi in sede di eventuali controlli da parte dell’Amministrazione finanziaria. In pratica, solo per la sezione dedicata agli oneri e alle spese puoi decidere se:

  • Modificare i totali direttamente nel quadro E come siamo sempre stati abituati a fare;
  • Inserire nuovi documenti di spesa non presenti nel 730 oppure modificare, integrare o cancellare le spese comunicate da terzi. Ad esempio se non è stato caricato uno scontrino della farmacia che contiene prodotti detraibili, puoi inserirlo indicandone tutti gli estremi di riferimento. In questo modo il quadro E con i totali si aggiorna automaticamente. Ricorda che parliamo solo delle sezioni I e II del quadro E, quindi le detrazioni per ristrutturazioni edilizie, mobili o risparmio energetico non possono essere modificate con questa modalità.

Questa funzionalità ha un grande vantaggio: in sede di controllo del 730 l’Agenzia delle Entrate ti richiede esclusivamente la copia di quanto hai inserito tu autonomamente, non ti chiede la documentazione relativa alle spese che non hai modificato. In pratica, quanto da lei inserito nella precompilata, perché comunicato da terzi, non viene sottoposto a controllo. È possibile far le modifiche sia per sé che per le spese intestate ai familiari che vengono dichiarati a carico.

Partenza in salita

Il varo della compilazione assistita è avvenuto il 7 maggio e purtroppo abbiamo riscontrato moltissimi problemi nell’utilizzo: da modifiche fatte che non venivano caricate nel pdf del 730 da inviare alla perdita di dati precaricati dall’Agenzia nella modalità di compilazione tradizionale. Fortunatamente dopo una settimana circa il tutto ha cominciato a lavorare correttamente e possiamo dire che questa modalità di compilazione del 730 ci piace.

Sicuramente la compilazione assistita non è di semplice utilizzo, bisogna aver dimestichezza con l’utilizzo del computer e una conoscenza decisamente non basica del modello 730. Tuttavia, chi già affronta la precompilata on line non dovrebbe trovare grosse difficoltà nell’utilizzare questa funzionalità, che comunque allunga di non poco i tempi della compilazione. Ad esempio se vogliamo mettere tutte le spese mediche di un figlio a carico di un solo genitore, dobbiamo entrare in ogni singola voce di spesa e modificarne la percentuale di sostenimento, ovviamente in entrambe le dichiarazioni dei genitori.

Attenzione! Se hai sostenuto spese per il nido detraibili, queste non risultano nell’elenco della tua precompilata assistita: devi scegliere il codice fiscale del bambino nel menu “dichiarante e familiari” e compariranno insieme alle spese mediche a lui intestate.