News

Arrivano gli sms dal Fisco: quando l'Agenzia delle entrate comunica via smartphone

15 novembre 2016
Arrivano gli sms dall'Agenzia delle entrate: ecco quando potresti riceverli

15 novembre 2016

Con un sms sul proprio smartphone sarà possibile essere avvisati dell'avvicinarsi della scadenza di un pagamento oppure della conferma di un rimborso accreditato sul conto corrente. L'Agenzia delle entrate ha messo a punto un sistema di messaggistica per aiutare i contribuenti, ecco come è possibile attivarlo.

Per confermare l'accredito di un rimborso richiesto oppure per ricordarci che si sta avvicinando la scadenza di un pagamento. L'Agenzia delle entrate ha messo a punto un sistema di messaggistica via sms per informare i contribuenti. Comodamente dal proprio smartphone, perciò, sarà possibile visualizzare le comunicazioni del Fisco.

C'è posta per te: ecco in quali casi

Quando è possibile ricevere un sms dall'Agenzia delle entrate? Ecco qualche esempio.

  • Nel caso di raccomandate non recapitate
    L'avviso via sms può scattare quando, per esempio, l'Agenzia delle entrate invia una richiesta di pagamento tramite raccomandata con ricevuta di ritorno per il conguaglio del Tfr e questa non risulta recapitata. Il vantaggio per il contribuente, in questo caso, è che non perde le condizioni agevolate (quindi il versamento della sola Irpef, senza sanzioni o interessi, previsto per chi provvede al pagamento entro 30 giorni).
  • Per comunicare lo stato dei rimborsi
    A coloro che sono in attesa di ricevere le somme previste, il Fisco comunica via sms la conferma che tutto è andato a buon fine, sia nel caso dell'accredito su conto corrente che nel caso di riscossione presso gli uffici postali. Stesso discorso vale se si è affidato il pagamento di un modello F24 a un intermediario abilitato (Caf o commercialista): un messaggio di conferma avviserà che il pagamento è stato correttamente registrato dall'Agenzia.
  • Quando ci sono scadenze predeterminate
    L'Agenzia delle entrate può inviare un sms nel caso in cui si sta avvicinando la data di un versamento, pensiamo a quei casi in cui si è scelto di rateizzare un accertamento. Facciamo un esempio che ci aiuta a capire: nel caso di contratto di locazione per i quali si decide di versare l'imposta di registro annualmente (quindi non tutta in un'unica soluzione), il messaggio ricorderà la scadenza annuale al locatore. 

Come attivare il servizio di sms

Per poter usufruire di questo servizio è necessario essere abilitati al servizio Fisconline dell'Agenzia delle entrate. Basta quindi andare sul sito www.agenziaentrate.it e accedere al proprio profilo Fisconline, utilizzando le stesse credenziali che si utilizzano per inviare il 730. A questo punto dobbiamo inserire il numero di cellulare su cui desideriamo essere contattati e il gioco è fatto.


Stampa Invia