News

Fondi pensione chiusi e aperti

01 marzo 2012
Fondi pensione chiusi e aperti

01 marzo 2012

Questi fondi sono importanti per aumentare la pensione. Ma vanno usati con cautela.

Meglio i fondi pensione dei Pip
Di strumenti finanziari per investire ce ne sono tanti: fondi, obbligazioni, azioni. Purtroppo, però, la legge di fatto vincola la scelta solo a quattro categorie di prodotto, riconoscendo una serie di vantaggi fiscali (e non solo). Eccoli di seguito.

  • I fondi pensione aperti sono fondi pensione dedicati a tutti, lavoratori dipendenti e autonomi.
  • I fondi pensione chiusi sono fondi pensione istituiti da accordi tra industrie e sindacati, aperti ai lavoratori dipendenti del settore a cui tali fondi sono dedicati.
  • I fondi preesistenti sono fondi pensione istituiti precedentemente alla riforma degli anni ’90. Nel corso degli ultimi anni hanno dovuto adeguare le loro regole a quelle dei fondi chiusi, quindi sono assimilabili a questi ultimi.
  • I Piani pensionistici individuali (o Pip) sono contratti di assicurazione sulla vita che hanno finalità pensionistiche.
  • Meglio però scegliere solo tra fondi aperti e fondi chiusi. Non consigliamo i Pip, perché hanno molti costi che si riflettono sui rendimenti e, quindi, sulla vostra pensione futura.

Stampa Invia