News

Irpef e ora di pagare lacconto

01 novembre 2009

01 novembre 2009

Chi è risultato a debito sul modello Unico, entro fine novembre deve saldare tramite il modello F24. Si può pagare in banca e in Posta, oppure sul sito internet dell'Agenzia delle entrate.
Ecco qualche indicazione e un modello F24 compilato con un esempio di acconto.

L'importo da pagare: come si calcola
L'importo da pagare, se siete a debito, è stato calcolato durante la dichiarazione dei redditi. Controllate il rigo RN31 dell'ultimo modello Unico: se l'importo indicato è inferiore a 52 euro non dovete niente al fisco, ma se è più alto dovete versare il 99% della cifra, come acconto sulle imposte dell'anno in corso.

Se l'importo non supera i 257,52 si può pagare in un'unica soluzione entro il 30 novembre. Se invece è superiore va pagato in due rate: la prima, pari al 40% della cifra è già scaduta lo scorso 16 giugno, mentre la rata per il restante 60% scade a fine di novembre.

Attenzione a fare le previsioni giuste
Se prevedete che quest'anno i vostri introiti saranno inferiori rispetto all'anno passato e quindi l'imposta sarà più bassa, potete anche calcolare gli interessi da restituire in base a questa minore imposta. Attenzione però a fare i beni conti: in caso di errore la sanzione del fisco è salata.

Come orientarsi nel labirinto del modello F24
Bisogna fare attenzione a inserire correttamente i propri dati e i codici tributo. Le cifre vanno scritte sempre con le due cifre decimali. È necessario infine mettere la firma. Vi mostriamo un modello compilato con un esempio di acconto, che può aiutarvi a non fare errori.


Stampa Invia