News

Lavoro domestico, contributi e comunicazioni all'Inps in un clic

06 aprile 2011
Lavoro domestico, contributi e comunicazioni all

06 aprile 2011

Da aprile 2011 l’assunzione del lavoratore domestico e le altre comunicazioni all’Inps si faranno tramite call center o online. Inoltre, niente più fila in posta per pagare i contributi.


Meno file
L’Inps si mette al passo con i tempi e cerca di rendere più facile e snella la gestione dei lavoratori domestici. Niente più file allo sportello e nuovi sistemi di pagamento dei contributi trimestrali sono le principali novità.
Assunzione e altre comunicazioni
Da aprile 2011 l’assunzione del lavoratore dimestico e tutte le modifiche del rapporto di lavoro non potranno più essere comunicate allo sportello, ma dovranno essere inviate all’Inps esclusivamente:
• accedendo direttamente ai servizi on line del portale web dell’Inps www.inps.it muniti di Pin, il codice personale si richiede online o via Contact cener e che è indispensabile per accedere ai servizi telematici;
• chiamando il numero gratuito 803164, del Contact center integrato dell’Istituto, muniti di codice fiscale del datore di lavoro e di Pin;
• rivolgendosi ai cosiddetti “soggetti intermediari abilitati” ovvero consulenti, liberi professionisti, rappresentanti delle associazioni sindacali dei datori di lavoro domestico ed patronati.
Il nuovo sistema di domande di prestazione avverrà comunque con gradualità. È previsto, infatti, un periodo transitorio durante il quale saranno garantite le consuete modalità di presentazione domande/fruizione di servizi.

Pagamento dei contributi
Dal 1 aprile 2011 i contributi trimestrali per il lavoro domestico non si pagheranno più con i bollettini di conto corrente postale ma dovranno essere versati attraverso:
• le Reti Amiche e cioè:
- le tabaccherie che operano con il sistema Sisal e che espongono il logo Servizi Inps;
- gli sportelli bancari di Unicredit;
- il sito internet di Unicredit (solo per i titolari del servizio Banca inline);
- gli uffici postali abilitati;
• il sito internet www.inps.it, con carta di credito;
• il numero verde gratuito 803164, con carta di credito.
Al momento del pagamento servirà il codice del rapporto di lavoro e il codice fiscale del datore di lavoro. Il datore provvederà a consegnare copia dell’avvenuto pagamento direttamente al lavoratore.
• tramite bollettini Mav  predisposti dall’Inps. Nella prima fase del nuovo sistema l’Inps provvederà ad un invio generalizzato (nel mese di marzo e, poi, in quello di settembre) a tutti i datori di lavoro domestico dei bollettini Mav per il 2011. Può però accadere che i dati riportati sul Mav non tengano conto di eventuali variazioni intervenute per effetto di un aumento della retribuzione oraria, di un aumento o riduzione dell'orario di lavoro o di altre cause. In questo caso è possibile, sempre collegandosi al sito dell'Inps, ottenere la stampa di un altro Mav con importo conforme alle variazioni inserite.


Stampa Invia