Consigli

Cerchi un lavoro? Occhio alle vendite piramidali

15 aprile 2014

15 aprile 2014

Anche se sono state proibite dalla legge, le vendite piramidali continuano a reclutare nuovi addetti su tutto il territorio nazionale. Abbiamo finto di essere alla ricerca di un lavoro e abbiamo contattato alcune aziende del settore. Nel video ti spieghiamo anche come riconoscere questi sistemi di vendita e come difenderti.

Nonostante siano state abolite ormai dal 2005, le vendite piramidali continuano a reclutare nuovi addetti. La formula è sempre la stessa: la promessa di facili guadagni, la vendita di prodotti dalle discutibili proprietà benefiche e la prospettiva di scalare la gerarchia per diventare responsabile di centinaia di affiliati. Le persone vengono reclutate attraverso il web, le convention, riunioni casalinghe oppure con delle banali catene di Sant'Antonio. Ci siamo finti alla ricerca di un lavoro e ci siamo messi in contatto con due aziende che operano in questo settore.

Video Block

Le ultime sanzioni dell'Antitrust

L'Antitrust ha multato tre aziende che operano nel settore delle vendite multilivello. A Vemma Italia è stata imposta una sanzione di 100 mila euro, Asea Italy dovrà pagarne 150 mila e, invece, a Organo Gold Europe è stata inflitta una multa di 250 mila euro. L'Antitrust ha rilevato che le vendite di queste aziende sono caratterizzate da elementi come un sistema di promozione a carattere piramidale nel quale il consumatore paga un contributo d'ingresso (anche nella forma di autoconsumo) in cambio della possibilità di ricevere un corrispettivo derivante dall'ingresso di altri consumatori nel sistema e l'ingannevolezza dovuta alla mancata informazione sulle reali possibilità di guadagno.


Stampa Invia