News

Mutui: l'Inpdap multato per pratiche scorrette

08 novembre 2012

08 novembre 2012

L’Antitrust ha multato l’Inpdap (l’istituto di previdenza dei dipendenti pubblici) per 50mila euro per aver fatto pagare spese illegali a chi trasferiva il mutuo (surroga) presso di esso. La legge stabilisce che la surroga debba essere gratuita. Bisogna dire che i tassi sui mutui che offre sono allettanti rispetto a quelli di mercato.

L’Inpdap (Istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell’amministrazione pubblica), dal dicembre scorso confluito nell’Inps, è stato condannato dall’Antitrust per pratiche scorrette: ha fatto pagare spese illecite ai mutuatari che trasferivano presso di esso i mutui usando la surroga dell’ipoteca. Infatti, fino al primo luglio 2012 l’Istituto ha imposto ai mutuatari le spese notarili e costi amministrativi pari allo 0,5% dell’importo del mutuo. Quindi, chi trasferiva un mutuo con capitale residuo di 100.000 euro, ne doveva sborsare 500 a titolo di spese.

La surroga deve essere senza spese
Nessuna spesa può esser imposta per il trasferimento del mutuo con surroga dell’ipoteca (lo stabilisce la legge 40/20007 e l’art. 120 quater del Testo unico bancario - dlgs 385/1993). Per questo, l’Inpdap è stata sanzionata per 50.000 euro e dovrà immediatamente mettere fine al comportamento scorretto. D’ora in poi, quindi, nessuno dovrà pagare spese per fare la surroga.

Un mutuo davvero conveniente
I mutui erogati dall’Inpdap e riservati ai dipendenti dell’amministrazione pubblica sono davvero convenienti rispetto a quelli offerti sul mercato. Ad oggi il tasso fisso per qualsiasi durata è al  3,75%, mentre sul mercato  (per una durata di 20 anni) siamo sulla soglia del 6%. Il tasso variabile per il primo anno è al 3,50%, dopo la rata viene definita come Euribor 6 mesi più uno spread dello 0,9%. Per esempio, oggi l’Euribor 6 mesi quota 0,38%  quindi il tasso finito sarà dell’1,28%. Un tasso molto allettante se confrontato con quello che troviamo sul mercato: in media 3,24-3,45%, perché lo spread (il guadagno della banca) difficilmente scende sotto il 3%.

Segnalare comportamenti scorretti
Se banche o finanziarie ti applicano spese illegittime puoi segnalarle all’Antitrust sul sito www.agcm.it o telefonando al numero verde 800 166 661dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 14.


Stampa Invia