News

Il tasso Bce sale all125 Aumento contenuto per le rate dei mutui indicizzati

07 aprile 2011

07 aprile 2011

La Bce ha deciso di aumentare il tasso di riferimento del mercato europeo dall’1% all’1,25%. Si tratta della prima variazione dal maggio 2009. Come aumentano le rate dei mutui indicizzati.

La Bce ha deciso di aumentare il tasso di riferimento del mercato europeo dall’1% all’1,25%. Si tratta della prima variazione dal maggio 2009.

Sale l’Euribor
L’Euribor, il parametro di indicizzazione dei mutui variabili, ha già subito degli aumenti negli ultimi giorni proprio perché gli operatori prevedevano un aumento del tasso BCE. Queste le ultime quotazioni:
- Euribor 1 mese 1,014 %
- Euribor 3 mesi 1,269 %
- Euribor 6 mesi 1,576 %

Come incide l’aumento del tasso sulla rata dei mutui indicizzati?
Ipotizziamo di aver acceso un mutuo a tasso variabile di 100.000 euro a novembre del 2010 per una durata di 20 anni. Con tasso Euribor 1 mese aumentato di uno spread 1,70%. La rata di marzo era 534,79 euro; quella di aprile, se ipotizziamo che l’Euribor aumenti proprio dello 0,25%, sarà di 546,93 euro.  L’aumento sulla rata periodica sarà dunque pari a 12 euro.
Aumenti non particolarmente pesanti, ma resta la regole prudenziale di scegliere un mutuo indicizzato solo se si è in grado di sopportare aumenti della rata nel tempo, anche fino al 30%.

Stampa Invia