News

Pagare a rate, occhio alle cattive sorprese

01 settembre 2011
Pagare a rate, occhio alle cattive sorprese

01 settembre 2011

Avete intenzione di acquistare un prodotto a rate? Occhio alle fregature, come dimostra la nostra video-inchiesta. Ecco alcune semplici regole per chi si accinge a chiedere un cosiddetto “credito al consumo".

Video

Se decidi di comprare a rate il televisore o il frigorifero o qualsiasi altro prodotto, il problema è capire alla fin fine quanto pagherai. Chiedi il modulo europeo, dove trovi tutti i dati per capire quanto ti costa il finanziamento e quali sono i tuoi diritti. Chiedilo, perché difficilmente lo riceverai dalle mani dei commessi che ti rifilano per lo più volantini, depliant pubblicitari o foglietti scritti a mano alla faccia della trasparenza prevista dalla legge.
Lo abbiamo verificato nel nostro giro per 180 negozi in 9 città italiane come clienti interessati a comprare a rate: nella maggior parte dei casi ci hanno venduto il debito senza comunicarci il Taeg, che è il vero costo del prestito perché comprende il tasso di interesse più tutte le spese. Non ci sorprende visto che i commessi non sanno nemmeno spiegarci la differenza con il Tan, che è il tasso di interesse tout court. Sono le finanziarie responsabili della formazione degli addetti alla vendita, evidentemente non investono abbastanza o non lo fanno nel modo giusto.

Stampa Invia