News

Scuola, prestiti per i libri: quanto ti costano

11 settembre 2013

11 settembre 2013

Con l'inizio delle lezioni aumentano anche le spese, tra testi, spostamenti, rette... esistono dei finanziamenti che aiutano le famiglie con i costi sostenuti per gli studi dei propri figli: abbiamo analizzato sei prodotti calcolando il costo effettivo del prestito, il Taeg. Ecco i risultati.

Arriva l'inizio delle lezioni per bimbi e ragazzi e le spese - tra libri e materiale - sono sempre tante. Dopo la positiva notizia degli stanziamenti per scuola e università con il decreto appena approvato dal governo Letta (in cui è compresa anche una riduzione del costo dei libri per famiglie e studenti), vogliamo comunque ricordarti che - nel caso ne avessi bisogno - esistono sul mercato offerte di prestiti dedicati proprio agli studenti di elementari, medie e superiori. Le abbiamo analizzate per te e trovi nell'ultimo paragrafo una descrizione dettagliata di ognuna. Ricorda, però, che per ogni finanziamento, devi sempre essere consapevole di quanto ti sta costando in totale, tra interessi (Tan, cioè il Tasso annuo nominale) e altre spese: devi cioè sapere qual è il Taeg (Tasso annuo effettivo globale). Prova ad usare il nostro calcolatore e leggi cosa è risultato dai nostri calcoli sui sei prodotti analizzati.

 

Calcola il Taeg

Tasso zero? Attenti al taeg: ecco i nostri calcoli

Abbiamo ipotizzato la richiesta di un prestito di 1000 euro da restituire in 12 rate, calcolando proprio il taeg: i risultati sono nella tabella sotto. In generale, è sempre bene fare attenzione al tasso zero che propongono alcune delle banche (il Tan) perché molte, pur pubblicizzandolo, hanno poi un Taeg diverso, per la presenza delle spese (come mostrano i nostri calcoli). Prima della scelta definitiva chiedete il modulo SECCI (il modulo europeo standardizzato) e verificate le condizioni economiche e il Taeg. Se, inoltre, è necessario avere il conto corrente nella banca per avere il prestito (te lo indichiamo, per ogni caso, nell'ultimo paragrafo), deve essere scritto nel SECCI e il suo costo deve essere introdotto nel Taeg del prestito. Nel Taeg va anche inserita, se si paga, l’imposta di bollo di 16 euro per prestiti fino a 18 mesi di durata (che diventa imposta sostitutiva dello 0,25% del capitale erogato per durate superiori). Abbiamo trovato due offerte a “vero” taeg zero: quella di Banca delle Marche e di Banco Popolare. Non ci sentiamo, al momento però, di consigliarti il prestito di Banca Marche che, infatti, si trova in una situazione economica particolare ed è stata commissariata da Banca d’Italia.

Ecco i risultati dei nostri calcoli sul Taeg, per tutti i prodotti analizzati (ipotizzando un prestito di 1000 euro da restituire in 12 rate). Ti indichiamo anche il tan e le altre spese.

 

 

 

Banche e prodotto Tan  Istruttoria Incasso rate Imposta di bollo Taeg
 Banca delle Marche
900 euro per studiare
 0 0
Banco Popolare
Prestito Libri 2013
 0 0 0 0  0
Banca Popolare di Vicenza
Operazione Studenti
0
0 0
0
0,92%
Banca Popolare dell’Emilia Romagna
Libri zero
 0 2,75 euro
0
16 euro
3,55%
 Banca Popolare di Milano
Prestito scuola 2013
 5,8% 0 1 euro
16 euro  12,61%
 Poste Italiane 
Bancoposta Studi
 8,10% 0 16 euro  12,75%

 

Occhio anche alle polizze

In tutte le offerte che abbiamo analizzato la polizza, cioè l'assicurazione che copre il prestito, è facoltativa, almeno formalmente sui siti delle banche. Te la sconsigliamo visto il capitale ridotto e la durata minima del prestito. Nel caso in cui tu voglia farla, tieni sempre presente che la banca che ti vende una polizza non può esserne beneficiaria. Inoltre, nei casi in cui l'istituto di credito ti obbliga ad avere una polizza vita per erogare il prestito ti deve consegnare, per legge, due preventivi di altre due compagnie con cui non abbia accordi commerciali: avrai, da quel momento, 10 giorni lavorativi per cercare altrove una copertura, che la banca deve accettare.

I prestiti analizzati

Ti descriviamo in maniera dettagliata tutti i prodotti della tabella, in modo da poterti fare un'idea di quello che potrebbe adeguarsi meglio alle tue esigenze. 

  • Banca delle Marche   

L’offerta si chiama “900 euro per studiare” ed è un’ iniziativa rivolta alle famiglie con un reddito ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) non superiore a 30.000 euro, con figli che frequentano la scuola, l’Università o altri percorsi formativi ed è finalizzato a finanziare qualsiasi spesa per lo studio (libri, tasse universitarie, etc …). Il finanziamento viene concesso - anche a chi non ha il conto nella stessa banca - come un prestito personale, senza interessi e senza spese, erogabile per un importo pari a 900 euro a studente. Dovrà essere restituito in 12 mesi, mediante rate mensili costanti di 75 euro ciascuna.

  • Banco Popolare

Fino al 30 novembre presso il gruppo Banco Popolare è disponibile "Prestito Libri 2013": si tratta di un finanziamento per le famiglie con studenti dalle primarie all’Università. Il capitale erogato è compreso tra 500 e 1000 euro, la durata va da un minimo di 6 mesi ad un massimo 18 mesi. Non è necessario avere il conto corrente nella stessa banca per ottenere il prestito.

  • Banca Popolare di Vicenza

L’offerta valida fino al 31 dicembre 2013 si chiama "Operazioni studenti 2013-2014". Il prodotto è destinato a finanziare le spese di trasporto (acquisto abbonamento annuale) e o le spese scolastiche (libri, personal computer ecc.) per studenti dai 6 ai 30 anni. L’importo finanziabile va da un minimo di € 200,00 ad un massimo di € 2.000,00. La durata massima è di 10 mesi. Per richiedere il finanziamento è necessario avere in questa banca il conto corrente con accredito stipendio e addebito diretto utenze.

  • Banca Popolare dell’Emilia Romagna

L’offerta si chiama "Libri Zero": è il prestito che aiuta i giovani che devono acquistare i libri e altro materiale didattico per la loro attività a scuola o all’università. Libri di testo, dizionari, e-book, enciclopedie elettroniche… Il capitale finanziabile va da un minimo di 300 euro fino ad un massimo di 1.500 euro e può essere richiesto anche da chi non ha il conto in questa banca; la durata è di massimo 1 anno. 

  • Banca Popolare di Milano

L’offerta si chiama "Prestito Scuola 2013". E’ valida fino al 31 ottobre 2013. L’importo finanziabile è di massimo 1500 euro e la durata di massimo 12 mesi. Per ottenerlo serve essere correntisti nella stessa banca.

  • Poste Italiane   

Fino al 31 dicembre è disponibile per i soli correntisti Bancoposta "Bancoposta Studi prestito personale". L’importo ottenibile è di massimo 1000 euro per chi frequenta scuola elementare o media inferiore e di massimo 2000 euro per chi fa le superiori. La durata va da un minimo di 12 mesi ad un massimo di 24 mesi. La somma viene messa a disposizione con accredito su conto Bancoposta.



Stampa Invia