News

Mutuo Valore Italia Tasso Finito di Unicredit. Non è male, ma a determinate condizioni

07 marzo 2016
mutuo valore italia

07 marzo 2016

Se cambiano durata e valore del prestito, cambiano anche le condizioni. In caso di surroga, però, ne può valere la pena. Mettiamo a confronto Mutuo Valore Italia Tasso Finito di Unicredit con altri mutui.

La pubblicità di Mutuo Valore Italia Tasso Finito di Unicredit punta sul tasso fisso all’1,5%. Quello che però non sottolinea è che questo tasso vale solo per una durata del mutuo non superiore a 10 anni e per un importo pari al massimo al 50% del valore della casa. Questo significa che, per l’acquisto della prima o della seconda casa, non è possibile chiedere più del 50%. Significa anche che, se la durata del mutuo cresce, sale anche il tasso: 2,25% dagli 11 ai 15 anni, 2,5% dai 16 ai 30 anni.

Il mutuo è disponibile anche in caso di surroga (ovvero di trasferimento del mutuo da un’altra banca). Il capitale minimo da trasferire è di 50 mila euro e, anche in questo caso, non può superare il 50% del valore della casa. Il tasso è dell’1,5% qualsiasi sia la durata.

Non guardare solo al tasso

In tutti i casi differenti dalla surroga, che è del tutto gratuita, il tasso d’interesse di un mutuo dice poco sulla sua convenienza. Bisogna considerare anche le spese.

  • L’istruttoria pari all’1% del valore del mutuo (min. 750 euro, max. 1.300 euro).
  • La perizia 211 euro.
  • L’assicurazione casa (se acquistata con Unicredit il premio unico è pari allo 0,03% del capitale iniziale del mutuo per la durata del prestito).
  • L’imposta sostitutiva pari allo 0,25% del mutuo (2% per l’acquisto seconda casa).
  • Inoltre se non si ha il conto corrente in una banca del Gruppo Unicredit, l’incasso rata costa 5 euro (se la rata si paga con addebito Sepa su altra banca). 

Mutui a confronto

Abbiamo messo a confronto il mutuo di Unicredit con gli altri prodotti presenti nel nostro servizio online (aggiornato con più banche e una maggiore scelta per quanto riguarda la durata del prestito).

  • Primo caso: un mutuo di 100 mila euro della durata di 10 anni per l’acquisto di una casa del valore di 200 mila euro. Mutuo valore Italia ha un taeg (assicurazione casa compresa) dell’1,88% per i correntisti Unicredit e dell’1,99% per chi non è correntista (considerando dunque anche l’incasso rata). Paragonandolo al nostro migliore acquisto, Mutuo Domus Intesa San Paolo (taeg 1,76%), l’offerta Unicredit si colloca al terzo posto in classifica.
  • Secondo caso: un mutuo di 150 mila euro della durata di 20 anni per l’acquisto di una casa del valore di 300 mila euro. Mutuo Valore Italia ha un taeg complessivo (compresa assicurazione casa) pari al 2,74% per i correntisti Unicredit e del 2,81% per i non correntisti Unicredit. Confrontandolo con il nostro migliore acquisto Che Banca! ha un taeg del 2,33%, l’offerta Unicredit si colloca al diciassettesimo posto in classifica.
  • In caso di surroga l’offerta Valore Italia tasso finito è molto interessante: è il nostro migliore acquisto subito dopo l’offerta di Intesa San Paolo.

Trova il mutuo più conveniente


Stampa Invia