News

Il collare antiparassitario Repelt può essere venduto

28 ottobre 2013
collare antiparassitario

Avevamo raccomandato di non comprare il collare antipulci Repelt, in quanto contenente diazinone. Ci scusiamo per l'imprecisione: in realtà questa sostanza può essere utilizzata, perché il prodotto è un farmaco veterinario e non rientra nei divieti imposti dalla legislazione italiana.

Avevamo scritto che il collare antiparassitario Repelt utilizza un principio attivo pericoloso e non più ammesso dalla legge: il diazinone. In realtà, invece, il collare distribuito da Vitakraft s.p.a., via Piana 4 - Castiglione del Lago (PG), a base di diazinone è autorizzato dal ministero della Salute. Tale sostanza, infatti, può essere utilizzata: questo perché il prodotto è un farmaco veterinario e non rientra nei divieti imposti dalla legislazione italiana. Ce ne scusiamo con i lettori e con il produttore.

Che cos'è il diazinone e quali rischi comporta

Il diazinone è un biocida usato contro pulci e zecche per il trattamento di cani e gatti. Ha un rischio di tossicità elevato, sia acuta che cronica, sia durante che dopo l'applicazione. Attraverso un decreto del giugno 2012, il ministero della Salute ha revocato l'autorizzazione all'utilizzo del diazinone e ha disposto il ritiro dei presidi medico-chirurgici e biocidi contenenti questa sostanza. Il ritiro, però, non riguarda i farmaci veterinari. La nostra alternativa, consigliata per i collari antipulci, è la deltametrina, una sostanza a bassa tossicità.