News

Creme per il cambio: la migliore costa la metà della più cara

13 aprile 2016

13 aprile 2016

Le creme per il cambio del pannolino sono utili e necessarie solo nel caso di arrossamenti. Le abbiamo portate in laboratorio e le abbiamo fatte provare alle mamme. Buone notizie: la migliore costa la metà della più cara. Guarda il video.

Alle mamme abbiamo chiesto di dirci la loro su diversi aspetti come consistenza, spalmabilità, profumazione, comodità di utilizzo. Al laboratorio ci siamo affidati per testare l’efficacia di questi prodotti. Ecco com’è andata: guarda il video.

Video Block

Il prezzo non è sinonimo di qualità

La migliore crema del test, Mustela, costa la metà rispetto alla più cara, Avène Pédiatril, venduta solo in farmacia e parafarmacia. La pasta per il cambio Mustela è uno dei pochi prodotti a non contenere allergeni e profumi. Ha ottenuto buoni risultati in laboratorio ed è piaciuta anche alle mamme.

Creme per il cambio: la classifica completa

A cosa servono e quando utilizzarle

La loro funzione principale è quella di creare una barriera tra il pannolino e la pelle in modo tale da isolare quest’ultima e darle il tempo di tornare in condizioni normali. Ma non vanno utilizzate a ogni cambio: sono necessarie solo in caso di arrossamenti. Bisogna stare attenti poi ad alcuni ingredienti critici.

  • Methylisothiazone: è un conservante noto per essere in grado di scatenare reazioni di sensibilizzazione della pelle.
  • Phenoxyethanol: anche questo è un conservante la cui sicurezza è stata messa in dubbio qualche anno fa proprio per le creme dei più piccoli.
  • Fragranze allergeniche: ad oggi la lista delle fragranze ufficialmente riconosciute come allergeniche in Europa consta di 26 molecole.
  • Profumi: in generale, è meglio evitare di esporre i più piccoli a profumi, soprattutto nel caso di creme destinate ad essere applicate nella zona pannolino.

Cosa fare in caso di arrossamenti

È importante sottolineare che se il bambino soffre di episodi di arrossamento è meglio prevenire questo fastidio, ma anche per far in modo che non peggiori.

  • Tieni l’area pulita e asciutta.
  • Cambia frequentemente il pannolino.
  • Lascia il bambino senza pannolino, se e quando possibile.

Una volta presi questi accorgimenti non resta che scegliere una crema per il cambio (la maggior parte delle quali è a base di ossido di zinco), controllando accuratamente la lista degli ingredienti, evitando quelli scomodi.


Stampa Invia