News

I videogame resistono alla crisi

01 marzo 2010

01 marzo 2010
Se nel 2009 la crisi economica si è fatta sentire nelle tasche degli italiani, la loro voglia di divertirsi ai videogame sembra essere rimasta intatta. È quello che emerge dai dati di Gfk Panel, una società di ricerca che ha monitorato la vendita di software, console e giochi per pc in punti vendita come ipermercati, specialisti di tecnologia di consumo e negozi specializzati in prodotti di home entertainment.
Dopo tre anni di forte crescita, una certa flessione nelle vendite c’è stata, ma il settore (soprattutto in Italia) ha retto egregiamente (solo -1,7% rispetto al 2008). Sintomo che gli italiani non rinunciano a giocare anche in periodi di recessione, ma con qualche cambiamento di abitudini. In tempi di crisi si preferisce giocare a casa: crollano infatti le vedite di console portatili (Nintendo Ds in primis) e dei rispettivi giochi (-10,2% le console e -22% i giochi); crollano anche i titoli per pc (-13,6%).
Crescita invece in doppia cifra per le console casalinghe e dei relativi giochi (+12,7%): tra i titoli più venduti nel 2009 c’è Wii Sports Resort e i videogiochi di calcio di Ps3 e Xbox 360 (su tutti Pse 2010).

Stampa Invia