News

Conciliazione un altro modo per risolvere le liti

01 luglio 2011

01 luglio 2011

Problemi con banca, gestore telefonico o assicurazione? Non trovate un accordo ma non volete ricorrere al tribunale? Potete utilizzare la cosiddetta conciliazione: un canale privilegiato per risolvere controversie gratuitamente e in breve tempo.

Conciliazione: contestare bollette o fatture
Facciamo un esempio: Telecom vi ha addebitato in bolletta una cifra che ritenete eccessiva rispetto al vostro traffico telefonico. Il primo passo consiste sempre nel fare un reclamo formale all’azienda, con una raccomandata a.r. Solo se non vi arriva alcuna risposta o se quella che vi danno non vi convince affatto, si può attivare la procedura di conciliazione: la lite verrà risolta da una commissione formata da un rappresentante dei consumatori e da uno dell’azienda. Se viene raggiunto un accordo tra le parti, potete accettarlo o rifiutarlo. Se lo accettate, quello che è stato deciso diventa esecutivo (per esempio, vi verrà accreditato un rimborso sulla bolletta successiva); se invece lo rifiutate, per risolvere la lite non vi resta che la tradizionale via giudiziaria (giudice di pace o tribunale).

Stampa Invia