News

Dopo la segnalazione di Altroconsumo Findomestic corregge lerrore

19 ottobre 2011

19 ottobre 2011

Dopo la nostra segnalazione all’Antitrust, Findomestic corregge l'errore sul Taeg indicato in un messaggio promozionale. Ma restano problemi di trasparenza.

Dopo la segnalazione di Altroconsumo Findomestic corregge l’errore sul Taeg presente nel suo messaggio pubblicitario inviato via email nei giorni scorsi. L’errore era dovuto al fatto che la rata corretta per poter avere un Taeg del 7,95%, come pubblicizzato, sarebbe dovuta essere di 216 euro e non di 256 euro come invece risultava nel messaggio.

E l'informativa?
Resta il problema dell’informativa precontrattuale. Nella sezione dedicata ai documenti di trasparenza non c’è traccia né del foglietto informativo né del modulo europeo del prestito personale (documento che riporta informazioni economiche e i principali diritti del cliente). Findomestic afferma che non può inserire queste informazioni perché il modulo europeo è personalizzato. In realtà è personalizzato solo se il consumatore dà indicazioni precise sul prestito, se non lo fa l’operatore deve comunque comunicare informazioni, seppur di tipo generalizzato.
Findomestic dice che il modulo può essere recuperato cliccando sul bottone “stampa il preventivo”. Ma in realtà il preventivo è cosa diversa dal modulo europeo, perché nasconderlo sotto una definizione che non corrisponde a quello che ci si aspetta di trovare? Fra l’altro nel messaggio pubblicitario si afferma che si deve cercare proprio il modulo “Informazioni europee di base sul credito ai consumatori”. Insomma, le condizioni del prestito dovrebbero essere facilmente individuabili ed evidenziate, esattamente come “Informazioni sulle assicurazioni” e “Condizioni assicurative”, ben evidenziate.

Non si accede al contratto 
E poi manca comunque qualunque possibilità di accedere al contratto; come previsto dal modulo europeo, il cliente ha diritto a ricevere su sua richiesta copia del contratto di credito idonea per la stipula. Sul sito di Findomestic non si può accedere al contratto se non dopo aver compilato una serie di moduli con i dati anagrafici e le condizioni reddituali del cliente. E questo è a nostro avviso una pratica scorretta. Abbiamo inviato la nostra segnalazione all’Antitrust e alla Banca d’Italia e aspettiamo una loro risposta su questi ultimi due punti.

Stampa Invia