News

Elezioni Europee 2019: le nostre richieste al Parlamento europeo

Intelligenza artificiale, etichette più chiare, farmaci più accessibili. Sono alcune delle richieste che Altroconsumo e il Beuc, l’Organizzazione europea dei consumatori, sottopongono all’attenzione delle Istituzioni europee in vista delle prossime elezioni di maggio.

22 maggio 2019
elezioni europee

Il 26 maggio 2019 si terranno le elezioni europee. I cittadini di tutti gli Stati membri sono chiamati a scegliere i deputati che formeranno il nuovo Parlamento europeo. In vista di questo importante appuntamento, Altroconsumo e il Beuc, l’organizzazione europea dei consumatori, hanno identificato cinque priorità strategiche che meritano l’attenzione dei prossimi deputati europei, e che possono essere riassunte nei seguenti punti.

  • Intelligenza artificiale al nostro servizio. Prodotti e servizi basati sull’intelligenza artificiale devono essere al nostro servizio, rispettare le norme su privacy e sicurezza. Va garantito il diritto di rifiutare le decisioni automatiche proposte dagli algoritmi e di conoscere con trasparenza i parametri su cui si basano.
  • Prodotti più durevoli. I prodotti tecnologici che acquistiamo devono essere più durevoli, i pezzi di ricambio sempre reperibili (oltre che più economici) e gli aggiornamenti software disponibili per tutto il ciclo di vita del prodotto.
  • Etichette chiare per scelte sane. Le etichette alimentari devono essere più chiare e devono essere definiti i profili nutrizionali perché cibi e bevande non vantino più benefici inesistenti.
  • Medicine accessibili ed economiche. Molti farmaci, sviluppati grazie alla ricerca sostenuta con fondi pubblici, sono sempre più costosi o addirittura introvabili. Pensiamo sia inaccettabile! E per i farmaci nuovi, con dati sull'efficacia ancora limitati, chiediamo lo stesso monitoraggio sulla sicurezza garantito negli studi clinici.
  • Prodotti senza sostanze chimiche nocive. Nessun prodotto deve contenere sostanze cancerogene o nocive, in particolare quelli per bambini e per l’igiene intima. Ma soprattutto serve una normativa che prenda in considerazione il “cocktail chimico” per tutelare i consumatori oggi esposti simultaneamente a sostanze presenti in più prodotti.

Queste cinque priorità affrontano questioni che hanno un forte impatto sulla vita delle persone. Per questo chiediamo al prossimo Parlamento di farsi portavoce di questi argomenti presso la Commissione europea affinchè li includa nel suo programma di lavoro. Altroconsumo si impegna a sostenere le Istituzioni nell'affrontare queste importanti sfide.

Ecco il manifesto integrale messo a punto dal Beuc e sottoscritto anche da Altroconsumo per le prossime elezioni.