News

Elezioni europee propositi a favore dei consumatori

21 aprile 2009

21 aprile 2009

Anche le elezioni europee possono contribuire a migliorare la vita dei consumatori. Bruxelles che sembra così lontana, in realtà non lo è ...

Anche le elezioni europee possono contribuire a migliorare la vita dei consumatori. Bruxelles che sembra così lontana, in realtà non lo è: circa l'85% della normativa che riguarda i consumatori è definita attualmente a livello comunitario. Il voto dei deputati può dunque davvero fare la differenza e avere un forte impatto sulla vita di tutti. Ma in concreto cosa possono fare i parlamentari europei per riconquistare la fiducia dei consumatori?

Iniziativa dei consumatori europei
A questa domanda il Beuc, il Beureau Européen des Unions de Consommateurs, organismo europeo che riunisce 42 associazioni indipendenti di 30 Paesi, tra cui anche Altroconsumo (il cui presidente, Paolo Martinello, è anche presidente del Beuc stesso), risponde lanciando una proposta in vista del voto di giugno: la sottoscrizione di un "Patto" tra Parlamento europeo e consumatori, che mette in risalto le tematiche sulle quali i membri del Parlamento possono agire e fare la differenza.

Il patto con i consumatori è strettamente legato alla vita quotidiana dei cittadini europei ed è il risultato di una consultazione tra le organizzazioni che sono membri del Beuc, sui problemi reali affrontati dai consumatori.

Il Patto riassume i temi chiave per i consumatori europei e le sfide principali che attendono i deputati, che sono invitati a firmare il documento e a rispettarlo una volta eletti. Otto i punti individuati:

  • Energia e sostenibilità, per garantire che tutti i consumatori europei abbiano accesso a beni di consumo, servizi ed energia senza compromettere le necessità delle generazioni future;
  • Servizi finanziari, per garantire l'accesso a servizi finanziari sicuri e trasparenti;
  • Contratti con i consumatori, per rafforzare i diritti dei consumatori nell'ambito dell'acquisto di beni e servizi;
  • Prodotti alimentari, per aiutare a fare scelte informate, migliorando l'accesso a cibi sicuri e sani;
  • Universo digitale, per consentire ai consumatori di avere un ruolo centrale in un mercato digitale sicuro, equo e competitivo;
  • Salute, per mettere la salute dei consumatori al primo posto, promuovendo informazioni e servizi sanitari di qualità per tutti;
  • Sicurezza, per garantire prodotti sicuri e ridurre l'esposizione di consumatori e ambiente a sostanze chimiche pericolose.
  • Class action, per rimborsare coloro che hanno subito danni causati dallo stesso operatore commerciale.

Sul sito www.consumerpact.eu si può consultare la guida e l'elenco dei candidati che hanno sottoscritto il Patto.