News

Garanzia il caos e garantito

01 maggio 2011

01 maggio 2011

C’è ancora tanta confusione sulla garanzia. Nella testa dei commessi che danno informazioni sbagliate, in parte o in toto, ma anche nei cartelli esposti dai negozianti che troppo spesso confondono ancora di più le idee mettendo insieme la politica di cambio e l’assistenza post vendita in garanzia. Come farsi valere? Guarda il video.

Inchiesta in 300 negozi
Nei panni di normali clienti, siamo andati in 300 negozi di sette città (Bari, Bologna, Milano, Napoli, Roma, Torino e Verona) a chiedere informazioni sulla garanzia, dalla durata all’assistenza prevista in caso di guasto.
Per quanto tempo è garantito il cellulare che voglio comprare? A seconda del commesso a cui lo chiedi può durare dai 12 ai 24 mesi. E in caso di guasto? La riparazione si paga per molti, è gratuita per alcuni; sostituire il prodotto difettoso con uno nuovo è un’eresia per la maggior parte degli addetti alla vendita, una possibilità concreta per qualcuno; in quanto poi a chi deve farsi carico della riparazione le opinioni sono variegate: si va dai venditori che fanno tutto a quelli che non fanno niente rimandando il cliente ai centri di assistenza sempre basandosi sulla stessa legge.

Eppure la legge è chiara
Se i commessi sono spesso impreparati, immaginiamo in che situazione di incertezza
si possa trovare chi compra un prodotto e una volta a casa scopre che è difettoso e vuole far valere la garanzia. Eppure la legge, in vigore da ben 9 anni, è chiara: tocca a chi ci ha venduto il prodotto rispondere dei difetti e far riparare gratis i guasti dei prodotti che compriamo per due anni dalla data di consegna. Vale anche per i beni acquistati su internet, così come per l’installazione e il montaggio.
Se i negozianti boicottano la legge, fatti valere utilizzando il nostro modello di lettera.


Stampa Invia