News

Albergo meglio prenotarlo direttamente

16 luglio 2010

16 luglio 2010

La rete offre molti siti specializzati in prenotazioni per le vacanze. Usateli per farvi un'idea degli alberghi presenti nella località scelta, ma poi, per la prenotazione, rivolgetevi direttamente alla struttura. È così che si ottengono le tariffe migliori.

Vantaggi e svantaggi del clic
Lontani i tempi in cui, per prenotare un albergo, si faceva una telefonata. Ora Internet offre altre possibilità molto più veloci: la prenotazione attraverso i siti delle stesse strutture, spesso attrezzati con agende automatiche in grado di dare subito le informazioni sulla disponibilità per le date richieste, o attraverso siti specializzati in servizi turistici (alberghi, voli, auto a noleggio…), nei quali è possibile anche fare confronti con altre proposte di ricezione alberghiera.

I differenti canali di prenotazione presentano, però, caratteristiche diverse in relazione alle soluzioni proposte, alle tariffe praticate e alle condizioni previste in caso di annullamento. La nostra inchiesta dimostra che i "motori di ricerca" alberghiera sono un ottimo strumento per fare la selezione dell'albergo più congeniale, ma sette volte su dieci le tariffe migliori si ottengono contattando direttamente la struttura.

La famiglia va in vacanza
Abbiamo selezionato otto località di villeggiatura italiane (Alghero, Ortisei, Rimini, Roma, Sestri Levante, Taormina, Viareggio e Vieste) e in ciascuna località abbiamo selezionato dieci alberghi, suddivisi tra 2, 3 e 4 stelle.

Abbiamo poi simulato la prenotazione per una famiglia di quattro persone, che cerca una sistemazione per il solo pernottamento o il pernottamento e la prima colazione o per la mezza pensione. Per farlo, abbiamo contattato l'albergo, abbiamo attivato la procedura on line sul sito della stessa struttura e abbiamo utilizzato i siti specializzati in prenotazioni turistiche.

La tariffa migliore
Circa nel 70% dei casi la tariffa meno cara, tra alberghi con tariffe simili, è stata proposta direttamente dall'hotel. Tuttavia, controllare tariffe e offerte proposte al di fuori del canale tradizionale è una buona idea: in base alla nostra esperienza tre volte su dieci ci avrebbe condotto a una scelta più economica, con un risparmio del 27%.

Contattare l'hotel permette maggiore flessibilità
Contattare direttamente l'albergo, inoltre, dà la possibilità di chiedere la soluzione preferita (solo pernottamento, prima colazione o mezza pensione). Questa flessibilità a volte viene fornita anche sul sito della struttura. I siti specializzati, invece, non sono flessibili e nella maggior parte dei casi offrono solo la soluzione bed&breakfast (79%); raramente (poco più di una volta su dieci), il solo pernottamento.

Attenzione alle condizioni di cancellazione
Prima di confermare la prenotazione è importante dedicare qualche minuto a leggere le condizioni di annullamento. Abbiamo verificato le penali in caso di disdetta e una cosa vale sempre: c'è veramente poca chiarezza. I principali problemi riscontrati riguardano l'incompletezza delle informazioni, le differenze tra le informazioni scritte in inglese e quelle scritte in italiano e l'indeterminatezza delle date limite entro cui si può disdire. Non esitate a chiarire i dubbi ricontattando l'albergo o il gestore del sito.

Secondo la nostra esperienza, in media, disdicendo 60 giorni prima della data di arrivo prevista, si perde il 3% dell'importo dell'intero soggiorno, percentuale che si eleva man mano che si avvicina la data di partenza, fino ad arrivare al 43%. In linea di massima, le condizioni di cancellazione sono più favorevoli in caso di prenotazione on line rispetto alla prenotazione diretta.

Meno cara la tariffa non rimborsabile
In alcuni casi c'è stata proposta una tariffa non rimborsabile. Si tratta di una tariffa che prevede il pagamento immediato dell'intero importo del soggiorno senza possibilità di recuperare nulla in caso di cancellazione. Questa tariffa è vantaggiosa, a patto di essere sicuri della partenza.


Stampa Invia