News

Come saremo Fabbricanti di pioggia

01 luglio 2010

01 luglio 2010
Dalla danza della pioggia al laser. Nel corso del tempo la tecnologia si evolve, ma l’obiettivo resta lo stesso: cercare di controllare il tempo meteorologico per portare vantaggi all’uomo.
E in questo caso con il termine “controllare” non intendiamo “dare un’occhiata alle previsioni del tempo sul sito del meteo”, ma proprio “manipolare a piacimento”.
Un team congiunto di ricercatori delle Università di Ginevra, Berlino e Lione ha fatto un nuovo passo avanti in tal senso, utilizzando, al posto dei tradizionali sali di argento, una serie di impulsi laser, grazie ai quali si è riusciti ad aumentare del 50% il volume dell’acqua condensata all’interno di una speciale camera sperimentale.
Si tratta di un piccolo, ma comunque significativo, passo avanti verso le manipolazioni su larga scala, che per ora restano però un’ipotesi assai lontana (per fortuna?).

Stampa Invia