News

Diritti dei passeggeri: diffidate 10 compagnie aeree

05 novembre 2012

05 novembre 2012

Abbiamo messo sotto la lente i contratti di Alitalia, Air France, AirItaly, AirOne, British Airways, Easyjet, KLM, Lufhtansa, Meridiana e Ryanair. Le loro condizioni, infatti, impongono al passeggero obblighi troppo pesanti, limitando i suoi diritti. Per questo motivo abbiamo diffidato le 10 compagnie aeree.

Gli obblighi imposti al passeggero limitano i suoi diritti, creando uno squilibrio tra chi offre e chi usa il servizio. Le clausole vessatorie dei contratti delle 10 compagnie contestate riguardano, per esempio, la cancellazione della prenotazione per il volo di ritorno nell’ipotesi in cui il consumatore non si presenti sul volo di andata. Abbiamo contestato anche la clausola che prevede che gli orari dei voli abbiano solo valore indicativo, le limitazioni discrezionali al trasporto di persone e/o bagagli e l'esclusione della città di residenza del consumatore come foro competente in caso di controversie.

Ritardo e smarrimento bagagli: norme non rispettate
In alcuni casi, inoltre, le compagnie non rispettano le norme internazionali relative ai diritti dei passeggeri in caso di ritardo e/o ai risarcimenti per il danneggiamento o lo smarrimento dei bagagli. Se, in un tempo congruo, non riceveremo risposta oppure se le nostre richieste non saranno accolte, il passo successivo sarà un’azione inibitoria in giudizio. Ricordiamo che il Codice del consumo prevede la possibilità per le associazioni dei consumatori di intentare un’azione inibitoria per chiedere la cancellazione o la modifica delle clausole vessatorie dai contratti.

Stampa Invia