News

Parchi divertimento quando il gioco si fa caro

20 giugno 2012

20 giugno 2012

Un genitore che decide di accompagnare i due figli al parco può spendere anche 91 euro. Proprio per questo il divertimento non è alla portata di tutti. Rispetto al 2011, il biglietto per una giornata all'aria aperta tra le attrazioni può costare fino al 25% in più.

Complice la chiusura delle scuole, l'arrivo della bella stagione spinge grandi e piccini a riversarsi nei popolarissimi parchi divertimento. Vere e proprie mete turistiche, in grado di assecondare la voglia di giornate all'aria aperta dei più piccoli. Ma il divertimento, spesso, non è proprio per tutte le tasche. A seconda della meta che si sceglie, la spesa è molto variabile. Segno che, in qualche modo, almeno in questo settore la concorrenza è piuttosto vivace.

Ingresso di un adulto e due bambini
Parco divertimentiCosto 2012
in euro
Aumenti 
rispetto al 2011
Gardaland (VR)903.4 %
Mirabilandia (RA)903.4 %
Rainbow Magicland (RM)910
Miragica feriale (BA)5025 %
Miragica festivo (BA)50-5,7 %
Movieland (VR)620
Leolandia Minitalia (BG)6210,7 %
Cavallino Matto (LI)567,7 %
Etnaland (CT)500

Rispetto al 2011 si può spendere fino al 25% in più
Abbiamo ipotizzato il caso in cui un genitore scelga di accompagnare i due figli in uno dei parchi presi in considerazione. Quello che salta subito all'occhio è che diverse famiglie vengono escluse proprio dal costo: in più di un caso, infatti, si arriva a spendere 90 euro per tre biglietti di ingresso. In tre casi le tariffe sono rimaste invariate rispetto a quelle del 2011, mentre in altri (come nel caso di Mirabilandia e Gardaland) il prezzo è stato alzato, seppur di poco. Con la scusa di unificare il prezzo di ingresso dei giorni feriali e di quelli festivi, c'è anche chi ha rincarato del 25% il biglietto per i visitatori infra settimanali, come nel caso di Miragica. Aumenti significativi anche per Leolandia Minitalia e Cavallino Matto.

Stampa Invia