News

Roma e Firenze biblioteche da digitalizzare

01 luglio 2010

01 luglio 2010
È dello scorso marzo un accordo tra il nostro ministero per i Beni e le Attività Culturali e Google per la digitalizzazione di una gran fetta del patrimonio librario italiano conservato nelle biblioteche nazionali di Roma e Firenze. Stando all’accordo, il primo al mondo stipulato tra Google Books e un ministero della Cultura, Google scansionerà circa un milione di copie, interamente a proprie spese, allestendo un apposito “scanning center” nel nostro paese, presumibilmente a Roma.
L’accordo non ha carattere di esclusiva, anzi Google fornirà alle due biblioteche le copie elettroniche dei libri che potranno così essere utilizzati anche per altri eventuali progetti.
Google, da parte sua, guadagna una bella pubblicità al suo Google Books, progetto tra i più controversi tra quelli partoriti dal gigante americano, avversato da molti editori e oggetto di svariate cause riguardanti proprio la digitalizzazione di libri.
Non è un caso, infatti, che le opere oggetto di questo accordo siano state tutte pubblicate prima del 1870, proprio per evitare le problematiche relative al diritto d’autore.

Stampa Invia