News

Trenitalia e l'offerta che non c'è

03 aprile 2012

03 aprile 2012

L'ultima allettante offerta di Trenitalia promette di viaggiare in tutta Italia spendendo solo 9 euro. Per verificare la veridicità della promozione abbiamo provato a prenotare un viaggio sulla tratta Milano-Roma, trovandola solo in 31 casi su oltre 5.000. Abbiamo così segnalato l'evidente caso di pubblicità ingannevole all'Autorità garante della concorrenza e del mercato.

L'ultima promozione della compagnia offre sul proprio sito www.trenitalia.com tariffe scontate a partire da 9 euro per viaggiare in tutta Italia. Peccato che l'offerta, valida per viaggi sui treni  Frecciarossa, Frecciargento, Frecciabianca, ES*, Espressi, IC, ICN in servizio cuccette o VL, sia praticamente introvabile.

Numero di treni per i quali tra il 29 e il 30 marzo era possibile acquistare un biglietto a 9 euro
SettimanaRoma-MilanoMilano-RomaTutti
Numero treniNumero treniNumero treni
rilevatidisponibili a 9 eurorilevatidisponibili a 9 eurorilevatidisponibili a 9 euro
1/4-7/4259026905280
8/4-14/4223027414971
15/4-21/4241425304944
22/4-28/425616274053016
29/4-5/5245026805130
6/5-12/5274024505190
13/5-19/5277027405510
20/5-26/5274027405480
27/5-2/6270227225424
3/6-9/6274127955536
Tutto il periodo25932326828527531

Solo su 31 treni si può acquistare un biglietto a 9 euro
Abbiamo verificato la veridicità della promozione scegliendo come tratta di riferimento la Roma-Milano (e Milano-Roma) e abbiamo controllato su quanti e su quali treni fosse possibile prenotare un viaggio pagando la cifra di 9 euro. La rilevazione è stata fatta tra venerdì 29 e sabato 30 marzo sui treni in partenza dal 1° aprile al 9 giugno, giorno in cui entrerà in vigore il nuovo orario. Su 5275 treni rilevati, solo in 31 casi è stato possibile acquistarli al prezzo promozionale di 9 euro. Quasi tutti sono concentrati nella settimana compresa tra il 22 e il 28 aprile e si tratta di Intercity. Per intere settimane, invece, la tariffa promozionale è pressoché inesistente.

Abbiamo segnalato il caso all'Autorità garante della concorrenza e del mercato
Dati alla mano, considerati i risultati della nostra prova, riteniamo che Trenitalia stia attuando un'offerta che è del tutto ingannevole, dal momento che induce i consumatori a comprare un servizio che, in realtà, non è certo, attirandoli nell'area di acquisto dei biglietti e spingendoli ad acquistare un'altra soluzione di viaggio. Abbiamo quindi scritto all'Autorità garante della concorrenza e del mercato, affinché possa verificare l'ingannevolezza di quanto segnalato. Chiediamo, inoltre, che l'Autorità intervenga per inibire a Trenitalia gli atti di pubblicità ingannevole descritti e, considerati i motivi di urgenza, intervenga per sospenderli provvisoriamente.

La replica a Trenitalia
Commentando i risultarti della nostra indagine, Trenitalia afferma che se i biglietti non si trovano significa che sono già stati venduti. Ebbene, se le cose stanno così, perché continuare a promuoverli? Se questi biglietti non sono più disponibili, l'offerta andrebbe tolta, o quanto meno bisognerebbe specificare che riguarda un numero molto limitato di treni.

Stampa Invia