Consigli

Scarpe da running: come sceglierle bene

19 novembre 2015

19 novembre 2015

Sempre più persone scelgono la corsa come metodo economico e salutare per tenersi in forma. Diventa fondamentale, per questo, scegliere il giusto paio di scarpe. Per aiutarti nella scelta abbiamo testato 12 modelli di due diverse tipologie, ma ci sono cose da tenere a mente per un acquisto davvero azzeccato.

I benefici dell'attività fisica sono noti a tutti e la corsa è sicuramente uno dei modi più semplici (e certamente meno costosi) per tenersi in forma. È però importante, per non dire fondamentale, la scelta di un buon paio di scarpe. Per aiutarti a scegliere abbiamo effettuato un piccolo test sulle scarpe da corsa, nel quale abbiamo messo a confronto 12 modelli di due tipologie diverse: ti farà piacere sapere che, in entrambe le categorie, il modello Migliore del Test non è (come invece la pubblicità ci spinge a pensare) anche il più costoso.

Qualche consiglio per scegliere bene

Al di là dei modelli che abbiamo preso in esame per il test, ci sono alcuni semplici consigli che puoi seguire quando devi scegliere in negozio la scarpa da running adatta al tuo piede.

  • Considera il tipo di piede. La scarpa si adatta al tipo di piede. Esistono modelli con controllo della pronazione (flessione verso l'interno del piede) e scarpe più neutre, che non esercitano particolari azioni di questo tipo, adatte perciò a chi ha un piede che tende alla supinazione (a ruotare verso l'esterno). I negozi specializzati hanno una piattaforma che permette di stabilire il proprio tipo di piede.
  • Non badare troppo al peso della scarpa. È meno importante di quello che si pensa, specie considerando, negli ultimi anni, l'attenuarsi delle differenze tra i modelli.
  • Controlla quanto può ammortizzare. Collegata al peso, è la capacità della scarpa di ammortizzare e proteggere il corpo dagli urti. Le superammortizzate solitamente pesano oltre i 300 grammi. Per cui non è detto che una maggiore la leggerezza sia sinonimo di migliore qualità. Dipende sempre dall'esigenza e quindi dall'abitudine del corridore (chi si allena per gare o corre più di 30 km a settimana avrà bisogno di un'ammortizzazione superiore rispetto a chi corre meno di 15 km a settimana), oltre che dal tipo di terreno su cui si corre. 
  • Provale. Sembra la parte più scontata di tutte, invece è fondamentale provare bene il paio di scarpe. Provale prima in un negozio se hai scelto di comprarle su internet, così da essere sicuro sul numero adatto a te. Meglio scegliere un numero in più rispetto al proprio, per lasciare il giusto spazio e evitare la compressione dell'alluce e delle unghie. Infine ricorda che se la scarpa al momento dell'acquisto non si adatta perfettamente, il problema non migliorerà con l'uso. È decisamente probabile, infatti, che eventuali sfregamenti, compressioni e fastidi simili, non spariscano del tutto, nonostante la scarpa tenda ad ammorbidirsi con il tempo. Non esitare il tal caso a provare un altro modello.

Stampa Invia