Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Ok

Trasporti sicurezza stradale

Cinture sicurezza difettose: VW interviene e risponde ad Altroconsumo

14 nov 2018

Il gruppo VW annuncia la soluzione tecnica con una lettera all’organizzazione.

Dopo la diffida inviata il 23 ottobre scorso e grazie alla pressione dell’organizzazione e delle centinaia di consumatori che hanno aderito alla campagna di Altroconsumo, il gruppo Volkswagen ha annunciato che è stato affrontato il difetto relativo al blocchetto di aggancio della cintura del sedile posteriore sinistro sui veicoli dei modelli Polo, Seat Ibiza e Seat Arona. 

Ivo Tarantino, responsabile Relazioni esterne Altroconsumo: “Volkswagen si è finalmente fatta carico degli obblighi in materia di sicurezza dei prodotti, secondo il Codice del Consumo. Grazie a Altroconsumo i consumatori coinvolti riceveranno a breve una lettera raccomandata da parte del gruppo automobilistico per portare la propria auto nelle officine autorizzate per la riparazione. Il lavoro dei nostri tecnici e la capacità di Altroconsumo di mobilitare migliaia di cittadini portano finalmente ai risultati che chiedevamo”. 

L’organizzazione ricorda che, secondo i dati sul sito del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, in circolazione in Italia ci sono 27.615 auto per il modello Volkswagen Polo e 10.009 per i modelli Seat Ibiza e Arona. 

Altroconsumo continuerà a vigilare finché il difetto non sarà definitivamente eliminato.