Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Ok

Sicurezza prodotti

Sistemi antiabbandono per bambini: il parere del Consiglio di Stato

30 set 2019

Il decreto attuativo che dovrebbe aver integrato le osservazioni del Tris è passato al Consiglio di Stato: parere positivo, ma sono necessarie ulteriori modifiche.

La legge 117/2018, che aveva previsto l'obbligo di avere a bordo, per tutti i genitori che trasportano bambini di età inferiore ai 4 anni, un sistema di allerta per evitare l’abbandono in auto, dovrà essere modificata per indicare un nuovo termine di entrata in vigore. Tale obbligo deve tener conto, non solo dei termini “tecnici” di emanazione del decreto attuativo, ma anche e soprattutto del tempo necessario ai produttori per concepire e realizzare i prodotti, ai distributori per commercializzarli e agli utenti per acquistarli.

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti dovrà quindi lavorare ancora sul decreto attuativo che definisce caratteristiche tecniche funzionali dei sistemi antiabbandono e il Parlamento dovrà modificare il testo della legge per definire in modo chiaro la data in cui scatterà l’obbligo dell’utilizzo dei sistemi ed eventuali sanzioni.

La prima versione di decreto sottoposta al Tris a gennaio 2019 aveva ricevuto parere negativo.

Di seguito le osservazioni di Tris, il parere del Consiglio di Stato e il commento tecnico di Altroconsumo.