Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Ok

Energia

Lampadine: una nuova etichetta energetica per un minore impatto su ambiente e portafoglio

14 set 2021

Lanciata il 1° settembre 2021, la nuova etichetta per l’illuminazione costituisce un importante passo per un’UE sempre più sostenibile. BELT informa sul nuovo sistema di etichettatura energetica previsto dal Regolamento 2017/1369

Durante la scorsa primavera, l’Unione Europea ha introdotto, in tutti i Paesi membri, le nuove e migliorate etichette energetiche per 4 categorie di elettrodomestici (lavatrici, lavastoviglie, frigoriferi, display elettronici), al fine di garantire un futuro più sostenibile ai suoi cittadini.  Il 1° settembre è stata segnata un’altra tappa importante di questo progetto con l’introduzione delle nuove etichette per tutti i prodotti legati all’illuminazione, favorendo ulteriormente comportamenti più responsabili e coscienziosi da parte dei consumatori.

L'introduzione della nuova etichetta energetica è avvenuta nel 1994 ed è subito diventata una delle iniziative di maggior successo in questo campo, in quanto supporta i consumatori nella scelta di prodotti maggiormente efficienti e sostenibili, contribuendo così agli obiettivi energetici e climatici dell'UE. Con l’adozione di questo sistema, è stato migliorato il livello di efficienza energetica dei dispositivi (per alcuni gruppi di prodotti è arrivata anche all’80%), numerosi consumatori sono riusciti a ridurre l’impatto dei propri elettrodomestici sull’ambiente e si sono, inoltre, registrati significativi risparmi sulle bollette. Ciò diventa ancora più rilevante stante l’annuncio dell’aumento del prezzo dell’energia nel prossimo trimestre di ben il 40%.

L’introduzione dell’etichetta anche per i prodotti da illuminazione costituisce quindi l’occasione di raggiungere obiettivi ancora più ambiziosi verso la costruzione di un’Europa sempre più green.

 

 

Seguendo questo importante proposito, l’UE, dall’inizio del progetto, ha rivisto il concetto di etichettatura per renderla ancora più utile ed efficace per i consumatori, introducendo, per esempio, una nuova scala di efficienza e nuove informazioni su vari criteri di qualità. Al fine di rendere l’etichetta più chiara e di facile lettura, le nuove classi di efficienza si limitano ad una scala che va dalla A alla G. Le informazioni sui prodotti non solo sono state rese disponibili sulla confezione ma anche all’interno di un database UE accessibile al pubblico, EPREL.

 

Belt è un progetto Horizon 2020 guidato da Altroconsumo in collaborazione con diversi partner europei ed ha i seguenti tre obiettivi principali:

  1. facilitare il periodo di transizione verso la nuova etichetta energetica informando e formando tutte le principali parti interessate e attori del mercato;
  2. stimolare i consumatori a scegliere prodotti più performanti dal punto di vista energetico;
  3. stimolare i produttori alla ricerca e a migliorare ulteriormente i propri prodotti, stimolando così l'innovazione e gli investimenti.

Dal 1° settembre all’interno sono presenti anche contenuti dati relativi al tipo di luce della sorgente (bianco caldo, bianco neutro, bianco freddo), alla dimmerabilità (regolazione dell’intensità luminosa), alla durata media, ma anche alla resa dei colori e allo sfarfallio (lampeggiamento). I consumatori possono accedere a queste informazioni attraverso il QR code riportato sulla nuova etichetta, che li porterà direttamente alla web-app. Con questo strumento, sarà possibile paragonare informazioni sui costi di esercizio o caratteristiche funzionali ma anche cercare i prodotti più efficienti. Per conoscere i consumi degli elettrodomestici coinvolti nel cambio di etichetta e i risparmi che si possono ottenere scegliendo prodotti a maggiore efficienza, Altroconsumo mette, inoltre, a disposizione degli interessati un calcolatore ad hoc, che permette di capire i propri livelli di consumo domestico e avere maggiori info sul funzionamento del nuovo sistema.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito web www.belt-project.eu, che offre linee guida e strumenti per i consumatori, venditori e tutte le altre parti interessate.

La nuova etichetta è prevista sulla confezione dei prodotti da illuminazione consegnati ai dettaglianti dopo il 1° settembre 2021. I prodotti che sono già stati consegnati ai dettaglianti prima del 1° settembre 2021 possono ancora essere venduti con la vecchia etichetta, al fine di evitare la necessità di produrre nuove confezioni o ri-etichettare i prodotti che saranno presto esauriti. Nei negozi online la nuova etichetta deve essere esposta per tutti i prodotti entro un periodo di 14 giorni a partire dal 1° settembre.

 

BELT - Boost Energy Label Take up (https://www.belt-project.eu/) ha ricevuto finanziamenti dal programma di ricerca e innovazione Horizon 2020 dell'Unione europea nell'ambito della sovvenzione n. 847043. Il progetto ha il fine di semplificare il processo di transizione verso le nuove etichette offrendo formazione, guide tecniche, workshop ed eventi volti a rendere chiaro e pratico per tutti l’utilizzo di questo nuovo sistema. 

L’iniziativa è coordinata da ALTROCONSUMO e ha come Partner Città metropolitana di Bologna e Erion (Italia), Deco Proteste e Sonae (Portogallo), ICLEI (Germania), Ocu (Spagna), Sofies (Svizzera), BEUC e Test Achats (Belgio), ZPS (Slovenia).