Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Ok

Banche e credito

Cessione del quinto della pensione o dello stipendio: finanziamento troppo costoso

31 lug 2017

Costi assicurativi obbligatori, costi di mediazione e costi bancari. Meglio cercare soluzioni alternative.

Relazione attività 2016 dell’Abf: 75% dei ricorsi ha ottenuto risposta positiva per i clienti. 

La cessione del quinto della pensione o dello stipendio è una forma di credito al consumo pagata attraverso una trattenuta sullo stipendio o sulla pensione non superiore ad un quinto del loro valore. 

Il finanziamento è molto costoso: il richiedente deve sottoscrivere una polizza sulla vita o a copertura del rischio di perdita dell’impiego (se dipendente) e, in caso di finanziamenti venduti da mediatori, occorre aggiungere i costi di mediazione.

Dalla relazione annuale 2016 dell’Arbitro bancario e finanziario presentata da Banca d’Italia, emerge che nel 2016 i ricorsi all’Abf sono stati 21.700, + 60% rispetto all’anno precedente. Di questi, 13.770 sono giunti nell’anno a decisione portando un esito a favore dei clienti nel 75% dei casi.
Notizie positive anche per chi ha estinto anticipatamente il contratto di cessione del quinto e non si è visto restituire la quota parte delle spese pagate in unica soluzione all’inizio del contratto e per chi, nel corso del 2016 e inizio 2017, si è visto aumentare i costi del suo conto corrente senza che siano state rispettate le norme dell’articolo 118 del TUB.

Nella relazione precedente (2015) era emerso che i ricorsi all’Abf erano aumentati del 102% rispetto al 2014.

Già nel 2011 Banca d’Italia aveva richiamato gli operatori alla correttezza ed alla trasparenza, chiedendo di definire con gli utenti in via preventiva tutte le spese e le commissioni legate al contratto.

Disponibili i commenti tecnici di Altroconsumo.