Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Ok

Il mondo Altroconsumo:
Class action

Dieselgate: Antitrust sanziona Volkswagen per 5 mln di euro

09 ago 2016

Emissioni NOx superiori ai limiti di legge anche dopo la campagna di richiamo: il test di Altroconsumo. Agcm riconosce pratica commerciale scorretta. Ora i risarcimenti per gli automobilisti.


in corso

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha sanzionato il Gruppo Volkswagen per 5 milioni di euro per manipolazione del software di controllo delle emissioni inquinanti. La condotta di Volkswagen è stata ritenuta scorretta poiché gravemente contraria agli obblighi di diligenza professionale e idonea a indurre i consumatori a una scelta economica che non avrebbero fatto se consapevoli delle reali caratteristiche dei veicoli acquistati.

A settembre 2015, dopo che Volkswagen ha ammesso di aver venduto autovetture con software per truccare i dati delle emissioni inquinanti, Altroconsumo ha diffidato l’azienda e avanzato 6 richieste in rispetto del Codice del Consumo e ha avviato una class action proprio per pratica commerciale scorretta.

Lo scandalo dieselgate ha prodotto danni a un numero elevato di consumatori: tutti i proprietari delle auto con motorizzazione diesel EA189 su cui è stato installato abusivamente il software 
defeat device devono essere risarciti.


Altroconsumo aveva portato in laboratorio un auto Audi Q5 2.0 TDI 110 KW ed ha analizzato i livelli di emissioni di ossidi di azoto (NOx) prima e dopo la rimozione del software illegale da parte del centro assistenza Audi.


In un
video i dettagli delle prove effettuare e i risultati: le emissioni NOx superano di circa il 25% i limiti di legge per ottenere l’omologazione Euro 5.  


Risulta insufficiente ed inadeguata la proposta di aggiornare il software per a garantire il rispetto dei limiti di emissioni previsti dalla legge: il Gruppo Volkswagen continua ad ingannare consumatori e Autorità.

L’Organizzazione
chiede l’intervento del Ministero dei Trasporti e la KBA (Autorità federale tedesca dei Trasporti) per effettuare una verifica sulla soluzione tecnica proposta dalla casa automobilistica tedesca.

Altroconsumo pretende giustizia e ha quantificato il risarcimento per gli automobilisti coinvolti nella class action dieselgate: il 15% del prezzo di acquisto delle auto.


(ENGLISH VERSION)