News

Dieselgate: chiediamo insieme giustizia sullo scandalo Volkswagen

03 aprile 2017
Dieselgate: chiediamo insieme giustizia sullo scandalo Volkswagen

03 aprile 2017
In attesa che il Tribunale si pronunci sull'ammissibilità della class action, noi non ci fermiamo. Con l’iniziativa #PRETENDIGIUSTIZIA chiediamo che venga fatta giustizia sullo scandalo Dieselgate per le emissioni truccate dal colosso tedesco e mettiamo a disposizione di tutti i cittadini il nostro impegno nella difesa della trasparenza.

Difendiamo il diritto di tutti alla verità

Nonostante sia stata depositata ormai un anno e mezzo fa, stiamo ancora aspettando che il Tribunale si pronunci sull'ammissibilità della class action contro Volkswagen. Intanto, non ci fermiamo e continuiamo a chiedere che venga fatta giustizia sullo scandalo Dieselgate. Partecipa alla nostra azione #PRETENDIGIUSTIZIA, un'iniziativa promossa insieme ad altre tre organizzazioni europee di consumatori in Belgio, Spagna e Portogallo. Vogliamo difendere non solo i possessori delle auto coinvolte nello scandalo, ma tutti i cittadini, perché il diritto alla verità e alla trasparenza di fronte alle pratiche commerciali scorrette delle aziende, riguarda ogni persona.

Partecipa a #PRETENDIGIUSTIZIA

Inoltre, se sei possessore di un'auto del gruppo Volkswagen coinvolta nella scandalo, partecipando a #pretendigiustizia avrai la possibilità di aderire anche alla nostra class action per chiedere indietro il 15% del prezzo d'acquisto dell'auto. Controlla se la tua auto è tra quelle coinvolte e partecipa a #pretendigiustizia.

Quali auto sono coinvolte?

Quali auto sono interessate? Ho una Volkswagen, come posso capire se la mia rientra tra queste? Abbiamo risposto alle sette domande ricorrenti sullo scandalo Volkswagen. Il gruppo Volkswagen, intanto, ha messo a disposizione un sistema per verificare, semplicemente attraverso il numero di telaio, se la tua auto rientra tra quelle richiamate. È possibile trovare questo dato sul libretto di circolazione, oppure nella parte bassa del parabrezza. Ecco come controllare la tua auto, a seconda del marchio:

Ripercorriamo le tappe del dieselgate

Negli Stati Uniti, come rilevato dalla Environmental Protection Agency (EPA), Volkswagen ha abusivamente utilizzato nelle sue auto un software installato appositamente nella centralina del motore per di ottenere, nei test di omologazione, dati sulle emissioni in linea con i parametri richiesti per i veicoli diesel: il risultato è che nella normale guida su strada invece le emissioni reali possono superare fino a 40 volte quelli dichiarati. In un secondo momento, Volkswagen ha ammesso che questo trucco è stato usato anche per i modelli venduti in Europa e in Italia. A questo punto, occorre un adeguato risarcimento per i consumatori europei coinvolti come già riconosciuto negli Stati Uniti, dove per ogni auto sono stati riconosciuti da 5 a 10.000 euro.

Le nostre prove in laboratorio

In questo video abbiamo ripercorso le prove di laboratorio a cui abbiamo sottoposto le auto.


Stampa Invia