Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Ok

Concorrenza

Gruppo d’acquisto telefonia mobile: oggi 86mila utenti hanno il vincitore dell’asta

23 apr 2015

Per Abbassa la tariffa è Tiscali, operatore virtuale su rete TIM.

Per la prima volta in Italia oltre 86mila utenti di telefonia mobile patrocinati da Altroconsumo hanno guidato le dinamiche tra player per un’offerta che unisse la convenienza alla trasparenza contrattuale. Il gruppo d’acquisto Abbassa la tariffa è un’esperienza di negoziazione di gruppo dirompente per cifre e volumi e per dinamiche inedite in Italia, freschissime in Europa, con un unico precedente in Spagna. Obiettivo centrato dal gruppo di consumatori e dell’organizzazione Altroconsumo qualche giorno fa, quando si è svolta  l’asta tra operatori che si sono contesi questa grossa e agguerrita fetta di mercato.

L’asta del 15 aprile 2015 ha decretato il vincitore, selezionato per trasparenza e convenienza economica: Tiscali - operatore virtuale su rete TIM - con le seguenti tariffe esclusive:

  • 500minuti/500SMS/2GB al mese al costo di 9 €/mese;
  • 125minuti/50SMS a settimana al costo di 2 €/settimana.

Grazie alla tariffa voce+SMS+connessione Internet che si è aggiudicata l’asta (500 minuti + 500 SMS + 2 GB al mese), Altroconsumo stima un risparmio annuale medio di 60 € per SIM.

Considerando che sono presenti più SIM in una singola famiglia il risparmio per famiglia sarà molto più ampio dei soli 60 €.

Il profilo di consumo utilizzato per stimare questo risparmio riguarda un utente che:

  • effettua 2-3 chiamate al giorno (sia di giorno che di sera che nel weekend) della durata di 2-3 minuti;
  • effettua chiamate verso tutti (numeri fissi e mobili);
  • invia 1 SMS al giorno;
  • utilizza Internet principalmente per leggere le news online e navigare sui social network.

La risposta all’iniziativa di Altroconsumo è arrivata da tutto il territorio e le regioni italiane, con una netta predominanza di utenti dalla Lombardia.

Da un punto di vista operativo a maggio 2015  a tutti i consumatori aderenti saranno comunicate le caratteristiche della tariffa, le modalità di sottoscrizione, il risparmio ottenibile cambiando operatore.

In più, per chi non avesse avuto modo di aderire entro il 15 aprile a partire da oggi e fino al 28 maggio è possibile registrarsi ad “Abbassa la Tariffa” per usufruire di questa offerta. Questo secondo gruppo di consumatori aderenti riceverà l’offerta nel mese di giugno 2015.

L’occasione per approfondire come aderire e fruire della convenienza di Abbassa la tariffa si concretizzerà al Festival Altroconsumo di Ferrara: #direfarecambiare, per una nuova generazione di consumatori. Per tre giorni, dal 22 al 24 maggio incontri e consulenze su stili e profili di utenza. Queste, come i gruppi d’acquisto collettivo, sono le nuove forme di consumo che rendono il consumatore soggetto attivo e dirimente nelle scelte sul mercato della telefonia.

Per partecipare o avere maggiori informazioni è sufficiente andare su www.altroconsumo.it oppure,

  • se si è soci Altroconsumo, chiamare il numero dedicato 02.6961563 (lun-ven, 9-13 e 14-18) o scrivere a abbassalatariffa@altroconsumo.it;
  • se non si è soci, chiamare il numero verde gratuito da fisso e cellulari 800.137075 (lun-sab 8-20)  

Il gruppo d’acquisto Abbassa la tariffa è gratuito, aperto a tutti i consumatori italiani, soci e non soci AC, interessati a risparmiare sulle tariffe di telefonia mobile (sia voce/SMS che per navigazione Internet da smartphone) sia su numeri/SIM già esistenti che per nuove attivazioni. Non rientrano nell’iniziativa le tariffe business rivolte a titolari di Partita IVA e aziende.

Distribuzione regionale dei consumatori aderenti al gruppo d’acquisto telefonia:

REGIONE

%

Lombardia

24,4%

Veneto

11,5%

Lazio

10,6%

Emilia Romagna

8,6%

Piemonte

8,5%

Toscana

5,8%

Campania

4,3%

Puglia

4,1%

Sicilia

3,8%

Friuli Venezia Giulia

2,8%

Liguria

2,8%

Marche

2,7%

Trentino Alto Adige

2,2%

Sardegna

2,0%

Abruzzo

1,8%

Calabria

1,5%

Umbria

1,2%

Basilicata

0,6%

Molise

0,3%

Valle d'Aosta

0,2%

TOTALE

100%