Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Ok

Class action

Multe notificate in ritardo: Tar Lombardia dichiara scorretto il comportamento del Comune di Milano

08 giu 2017

I giudici amministrativi danno ragione ad Altroconsumo.

Il Tar Lombardia ha accolto il ricorso di Altroconsumo contro il Comune di Milano: le multe devono essere notificate entro 90 giorni dall’infrazione e non dalla data di visione dei fotogrammi da parte degli agenti di Polizia. La prassi dell’Amministrazione milanese è stata dichiarata quindi illegittima.

L’organizzazione di consumatori, dopo aver ricevuto 12mila segnalazioni di automobilisti tra ottobre 2014 e settembre 2015, aveva depositato il ricorso introduttivo di una class action pubblica chiedendo al Tar di ordinare al Comune di Milano di correggere il comportamento illegittimo a danno dei cittadini che avevano segnalato multe da autovelox notificate ben oltre i 90 giorni dalla data dell’infrazione e sottolineando l’interpretazione errata della norma da parte dell’Amministrazione.

Ivo Tarantino, responsabile relazioni esterne Altroconsumo, dichiara: “Accogliamo con soddisfazione la decisione del Tar, chiediamo che il Comune si adegui immediatamente e intervenga a tutela di coloro che hanno subito un’ingiustizia. Ora la legge dovrà essere rispettata. Vigileremo sul comportamento dell’Amministrazione comunale e se necessario valuteremo ulteriori iniziative a favore degli automobilisti”.