News

Custodisci le tue informazioni personali

16 giugno 2020

16 giugno 2020

In una casa la cassaforte ha uno scopo ben preciso: custodire cose preziose. Quando le cose preziose sono le tue, le chiavi di quella cassaforte sono in tuo possesso. Anche sul Web hai cose preziose, molto preziose da custodire. Quindi andiamo a vedere come proteggere ciò che protegge. Le nostre chiavi, le nostre password.

Un utente medio del Web visita abitualmente almeno 4 o 5 diversi siti su cui è necessario registrarsi con un nome utente e una password. Questo richiederebbe l’utilizzo di una chiave di accesso specifica per ciascun account, cosa che comporta memoria e organizzazione. Purtroppo, le indagini sulle abitudini dei nostri bambini e ragazzi ci restituiscono uno scenario molto diverso: moltissimi giovani usano le stesse password per più account, un po’ per pigrizia e un po’ per inconsapevolezza. Infatti, i rischi che si corrono sono gli stessi di chi usa, per ipotesi, la stessa chiave per aprire la casa, la macchina e la cassaforte. Cosa succederebbe se perdesse quell'unica chiave? I bambini e i ragazzi possono mettere a repentaglio la sicurezza di dati molto sensibili e non solo i loro

Come aiutarli? Un tasto su cui far leva può essere la loro creatività.

Come si può agire

Cominciamo col capire come si crea una password efficace. La password protegge la nostra sicurezza personale, i dispositivi, le identità, la reputazione e le relazioni; una password debole può quindi rendere più facile ai malintenzionati l’accesso alle nostre informazioni. Una delle cose fondamentali da insegnare ai nostri figli è come si crea una password forte. Deve essere difficile da indovinare sia per un conoscente sia per un hacker; questo significa che:

  • Deve essere facile da ricordare senza che vengano utilizzate informazioni su di te, come città, anno di nascita, squadra del cuore, soprannomi o il nome del proprio animale domestico.
  • Più è lunga meglio è: usa quindi almeno otto caratteri. Esiste sicuramente una frase, un’espressione o una citazione che solo tu conosci. Usala.
  • Puoi aiutarti con i numeri, ad esempio sostituendo la lettera “e” con il numero “3” e viceversa.
  • Puoi so$t1tu!rE l3 £e++er& c0n s!mB°l1 & n^m3ri ç@me Qu1, con un doppio vantaggio: la password è facile da ricordare, ma è difficile da decifrare per un programma.
  • Devi utilizzare una combinazione di lettere maiuscole, minuscole, simboli e numeri. Utilizza sempre il blocco schermo sui tuoi dispositivi.
  • Stabilisci un tempo entro il quale aggiornare di nuovo le password: cambiale almeno due volte all’anno.
  • Per ogni account crea un’associazione mentale a qualcosa che solo tu conosci e da lì crea una password.
  • Potresti usare un gestore delle password. Si tratta di un’app o di uno strumento che tiene traccia delle tue password in caso te ne dimenticassi alcune: molti browser oggi hanno una funzionalità di sicurezza che può farlo al posto tuo.
  • Dovresti intercambiarle: non utilizzare la stessa password su siti e dispositivi diversi. Puoi, però, creare diverse varianti della stessa password per account diversi.

Se ti risulta difficile tenerne a mente molte, puoi sempre aiutarti salvandole sul dispositivo che usi nelle aree dedicate e protette. Scriverle su un foglietto da portare con sé non è una buona idea perché può finire nelle mani di chiunque.

Il metodo migliore per assicurare una protezione quasi totale è la cosiddetta verifica in due passaggi: un account che, oltre a richiederti la password di accesso, chiede anche l’inserimento di un codice che viene inviato in tempo reale al tuo telefono. A meno che tu non abbia perso il telefono (e la memoria), è un metodo molto sicuro.

Le password sono la custodia di ciò a cui tieni. Per proteggere davvero quello che conta si può imparare anche a prendersi cura della custodia stessa.

Sai come aiutare i tuoi figli a vivere Internet, al meglio?

Fai questo test per scoprire se per te il Web non ha segreti o se, invece, potresti imparare cose nuove per aiutare i tuoi figli a navigare le complessità del mondo online.

Inizia il test


Stampa Invia