Il mondo Altroconsumo:
Speciali

Mense scolastiche, controlla il menù

1 settembre 2016
Controllate il menù servito a scuola

Quello che viene servito al tuo bambino è nutrizionalmente adeguato? La mensa scolastica non deve semplicemente sfamare i più piccoli, bensì educarli a stare a tavola e indirizzarli verso corrette abitudini alimentari. Prova a verificare con il nostro test.

Come e cosa si mangia a scuola?

Nella scuola dove va tuo figlio si mangiano troppi dessert a scapito della frutta? I secondi sono ben suddivisi tra carne, pesce, uova e formaggio? Le portate a base di verdura sono sufficienti?

Il test per scoprire se l'alimentazione è corretta

Fai il test che trovi qui sotto per scoprire se il menù scolastico di tuo figlio è nutrizionalmente bilanciato e prevede un numero di porzioni per alimento adeguate e ben distribuite. Seleziona, quindi, le porzioni dei cibi indicati che gli vengono serviti a mensa nell'arco della settimana.

 
Numero di porzioni:

1 Pasta, riso, pasta ripiena, gnocchi

Pasta, riso, ravioli, tortellini, gnocchi, gnocchi alla romana
Per fare il calcolo considerate che:
1 primo piatto asciutto = 1 (es.: pasta al pomodoro, risotto allo zafferano, ravioli di magro)
1 primo piatto in brodo = 0.5 (es.: minestrone di verdura con riso, tortellini in brodo)
ideale: da 2 a 4 volte alla settimana
Valutazione: mediocre Commento alla valutazione Numero di porzioni insufficiente
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa E' necessario incrementare il consumo di questi alimenti a casa, servendo a cena un primo piatto asciutto o in brodo. Il consumo ideale di questi alimenti, tra pranzo e cena, è di 8 porzioni alla settimana. E' da preferire il consumo di prodotti integrali.
Valutazione: accettabile Commento alla valutazione Numero di porzioni accettabile
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa E' necessario incrementare il consumo di questi alimenti a casa, servendo a cena un primo piatto asciutto o in brodo.
Il consumo ideale di questi alimenti, tra pranzo e cena, è di 8 porzioni alla settimana.
E' da preferire il consumo di prodotti integrali.
Valutazione: buono Commento alla valutazione Numero di porzioni adeguato
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Nei giorni in cui il bambino mangia il primo piatto asciutto a scuola, si può completare la dieta servendo a cena un primo piatto in brodo o un piatto unico.
In alternativa è possibile servire al bambino anche un secondo piatto accompagnato da un contorno di patate e verdure.
Il consumo ideale di questi alimenti, tra pranzo e cena, è di 8 porzioni alla settimana.
E' da preferire il consumo di prodotti integrali.
Valutazione: mediocre Commento alla valutazione Numero di porzioni eccessivo
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Non conviene eccedere nel consumo di questo tipo di alimenti, perchè una quantità eccessiva farà sì che si riduca il consumo di altri alimenti importanti come le verdure, i legumi o le patate, che dovrebbero essere idealmente tutti presenti nella dieta del bambino.
Il consumo ideale di questi alimenti, tra pranzo e cena, è di 8 porzioni alla settimana.
E' da preferire il consumo di prodotti integrali.
 
Numero di porzioni:

2 Piatto unico

Pizza, focaccia, lasagne, pasta pasticciata, pasta e legumi (fagioli, lenticchie, ceci), zuppa di legumi, cuscus, tortino di verdure, timballo di patate
Per fare il calcolo considerate che: 1 piatto unico = 1 (es.: pasta e fagioli, lasagne, focaccia al formaggio, pizza)
ideale: da 2 a 4 volte alla settimana
Valutazione: mediocre Commento alla valutazione Numero di porzioni eccessivo
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Non conviene eccedere nel consumo del piatto unico, perchè un numero eccessivo di porzioni farà sì che si riduca il consumo di altri alimenti importanti come pasta, riso, carne, pesce, uova, legumi e patate, che dovrebbero essere idealmente tutti presenti nella dieta del bambino.
Valutazione: accettabile Commento alla valutazione Numero di porzioni accettabile
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Non conviene eccedere nel consumo del piatto unico, perchè un numero eccessivo di porzioni farà sì che si riduca il consumo di altri alimenti importanti come pasta, riso, carne, pesce, uova, legumi e patate, che dovrebbero essere idealmente tutti presenti nella dieta del bambino.
Valutazione: buono Commento alla valutazione Numero di porzioni adeguato
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Nei giorni in cui il bambino mangia il piatto unico a scuola, si può completare la dieta servendo per cena un primo piatto asciutto o in brodo ed un secondo piatto con un contorno di verdure crude o cotte.
Valutazione: mediocre Commento alla valutazione Numero di porzioni insufficiente
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Se il piatto unico non è servito a scuola, lo si può proporre al bambino a casa per cena o durante il fine settimana. Il piatto unico dovrebbe essere idealmente accompagnato da un contorno a base di verdure crude o cotte.
 
Numero di porzioni:

3 Carne

Pollo, tacchino, maiale, vitello, manzo, agnello, coniglio
Per fare il calcolo considerate che:
1 secondo piatto = 1 (es.: coscia di pollo, arrosto di tacchino, lonza alla pizzaiola, polpette in umido)
1 guarnizione = 0.5 ( es.: pasta al ragù)
da 1 a 2 volte alla settimana
Valutazione: mediocre Commento alla valutazione Numero di porzioni eccessivo
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Non conviene eccedere nel consumo di carne. La presenza nel menù dei bambini di un numero eccessivo di porzioni di carne farà sì che si riduca il consumo di altri alimenti importanti fonti di proteine come il pesce, le uova e i legumi, che dovrebbero essere idealmente tutti presenti nella dieta del bambino.
Il consumo ideale di carne, tra pranzo e cena, è di 5 porzioni alla settimana. E' da preferire il consumo di carne magra.
Valutazione: accettabile Commento alla valutazione Numero di porzioni accettabile
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Non conviene eccedere nel consumo di carne. La presenza nel menù dei bambini di un numero eccessivo di porzioni di carne farà sì che si riduca il consumo di altri alimenti importanti fonti di proteine come il pesce, le uova e i legumi, che dovrebbero essere idealmente tutti presenti nella dieta del bambino.
Il consumo ideale di carne, tra pranzo e cena, è di 5 porzioni alla settimana. E' da preferire il consumo di carne magra.
Valutazione: buono Commento alla valutazione Numero di porzioni adeguato
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Nei giorni in cui il bambino mangia carne a scuola, si può completare la dieta servendo per cena un piatto unico (es.: pasta e legumi) o un secondo piatto a base di pesce, uova o formaggio, accompagnato da un primo piatto e da un contorno di verdure.
Il consumo ideale di carne, tra pranzo e cena, è di 5 porzioni alla settimana. E' da preferire il consumo di carne magra.
Valutazione: mediocre Commento alla valutazione Numero di porzioni insufficiente
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Se la carne non è servita a scuola, la si può proporre al bambino a casa per cena o durante il fine settimana. La carne può essere accompagnata da un contorno di verdure o da patate, queste ultime solo se non è servito contemporaneamente anche un primo piatto asciutto.
Il consumo ideale di carne, tra pranzo e cena, è di 5 porzioni alla settimana. E' da preferire il consumo di carne magra.
 
Numero di porzioni:

4 Pesce

Merluzzo, nasello, sogliola, platessa, palombo, pangasio, totano, tonno in scatola
Per fare il calcolo considerate che:
1 secondo piatto = 1 (es.: platessa al forno, bastoncini di merluzzo, nastrini di totano impanati, tonno in scatola)
1 guarnizione = 0.5 ( es.: pasta al tonno)
da 1 a 2 volte alla settimana
Valutazione: mediocre Commento alla valutazione Numero di porzioni eccessivo
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Non conviene eccedere nel consumo di pesce. La presenza nel menù dei bambini di un numero eccessivo di porzioni di pesce farà sì che si riduca il consumo di altri alimenti importanti fonti di proteine come le uova, i legumi e il formaggio, che dovrebbero essere idealmente tutti presenti nella dieta del bambino.
Il consumo ideale di pesce, tra pranzo e cena, è di 2 porzioni alla settimana. E' da preferire il consumo di pesce azzurro.
Valutazione: accettabile Commento alla valutazione Numero di porzioni accettabile
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Non conviene eccedere nel consumo di pesce. La presenza nel menù dei bambini di un numero eccessivo di porzioni di pesce farà sì che si riduca il consumo di altri alimenti importanti fonti di proteine come le uova, i legumi e il formaggio, che dovrebbero essere idealmente tutti presenti nella dieta del bambino. Il consumo ideale di pesce, tra pranzo e cena, è di 2 porzioni alla settimana. E' da preferire il consumo di pesce azzurro.
Valutazione: buono Commento alla valutazione Numero di porzioni adeguato
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Nei giorni in cui il bambino mangia pesce a scuola, si può completare la dieta servendo per cena un piatto unico (es.: pizza, gateau di patate) o un primo piatto asciutto o in brodo ed un secondo piatto a base di carne, salumi, uova o formaggio, accompagnato da un contorno di verdure. Il consumo ideale di pesce, tra pranzo e cena, è di 2 porzioni alla settimana. E' da preferire il consumo di pesce azzurro.
Valutazione: mediocre Commento alla valutazione Numero di porzioni insufficiente
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Se il pesce non viene servito a scuola, lo si può proporre al bambino a casa per cena o durante il fine settimana. Il pesce può essere presentato come secondo piatto, accompagnato da un contorno di verdure, o anche come guarnizione del primo piatto (es.: pasta al tonno). Il consumo ideale di pesce, tra pranzo e cena, è di 2 porzioni alla settimana. E' da preferire il consumo di pesce azzurro.
 
Numero di porzioni:

5 Uovo

Uova fresche come tali o come ingredienti in altre preparazioni
Per fare il calcolo considerate che:
1 secondo piatto = 1 (es.: frittata, uovo sodo, uova strapazzate)
1 piatto composto = 0.5 ( es.: crepes, tortino di verdure, sformato di patate)
da 1 a 2 volte alla settimana
Valutazione: mediocre Commento alla valutazione Numero di porzioni eccessivo
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Non conviene eccedere nel consumo di uova. La presenza nel menù dei bambini di un numero eccessivo di porzioni di uova farà sì che si riduca il consumo di altri alimenti importanti fonti di proteine come il pesce, i legumi e il formaggio, che dovrebbero essere idealmente tutti presenti nella dieta del bambino. Il consumo ideale di uova, tra pranzo e cena, è di 2 porzioni alla settimana.
Valutazione: accettabile Commento alla valutazione Numero di porzioni accettabile
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Non conviene eccedere nel consumo di uova. La presenza nel menù dei bambini di un numero eccessivo di porzioni di uova farà sì che si riduca il consumo di altri alimenti importanti fonti di proteine come il pesce, i legumi e il formaggio, che dovrebbero essere idealmente tutti presenti nella dieta del bambino. Il consumo ideale di uova, tra pranzo e cena, è di 2 porzioni alla settimana.
Valutazione: buono Commento alla valutazione Numero di porzioni adeguato
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Nei giorni in cui il bambino mangia la frittata o l'uovo sodo a scuola, si può completare la dieta servendo per cena un piatto unico (es.: pizza, pasta e legumi). Se l'uovo è presentato sotto forma di tortino, a cena possiamo proporre al bambino un primo piatto asciutto o in brodo ed un secondo piatto a base di carne, salumi o pesce, accompagnato da un contorno di verdure. Il consumo ideale di uova, tra pranzo e cena, è di 2 porzioni alla settimana.
Valutazione: mediocre Commento alla valutazione Numero di porzioni insufficiente
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Se le uova non vengono servite a scuola, le si può proporre al bambino a casa per cena o durante il fine settimana. Le uova possono essere presentate come secondo piatto (es.: frittata, uovo sodo), accompagnato da un contorno di verdure, o anche come piatto unico (es: tortini o sformati di verdure). Il consumo ideale di uova, tra pranzo e cena, è di 2 porzioni alla settimana.
 
Numero di porzioni:

6 Salumi

Bresaola, prosciutto crudo, prosciutto cotto, salsiccia
Per fare il calcolo considerate che:
1 secondo piatto = 1 (es.: bresaola, prosciutto cotto)
1 guarnizione = 0.5 ( es.: pasta piselli e prosciutto, risotto alla salsiccia)
da 0,5 a 1 volta alla settimana
Valutazione: mediocre Commento alla valutazione Numero di porzioni eccessivo
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Non conviene eccedere nel consumo di salumi. La presenza nel menù dei bambini di un numero eccessivo di porzioni di salumi farà sì che si riduca il consumo di altri alimenti importanti fonti di proteine come il pesce, le uova e i legumi, che dovrebbero essere idealmente tutti presenti nella dieta del bambino. Il consumo ideale di salumi, tra pranzo e cena, è di 3 porzioni alla settimana.
Valutazione: buono Commento alla valutazione Numero di porzioni adeguato
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Nei giorni in cui il bambino mangia salumi a scuola, si può completare la dieta servendo per cena un piatto unico (es.: pasta e fagioli) o un secondo piatto a base di pesce, uova o formaggio, accompagnato da un primo piatto e da un contorno di verdure. Il consumo ideale di salumi, tra pranzo e cena, è di 3 porzioni alla settimana.
Valutazione: mediocre Commento alla valutazione Numero di porzioni insufficiente
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Se i salumi non sono serviti a scuola, li si può proporre al bambino a casa per cena o durante il fine settimana. I salumi possono essere accompagnati da un contorno di verdure o da patate, queste ultime solo se non è servito contemporaneamente anche un primo piatto asciutto. Il consumo ideale di salumi, tra pranzo e cena, è di 3 porzioni alla settimana.
 
Numero di porzioni:

7 Formaggio

Mozzarella, grana, ricotta, asiago, robiola come tali o come ingredienti in altre preparazioni
Per fare il calcolo considerate che:
1 secondo piatto = 1 (es.: mozzarella, grana)
1 piatto composto = 0.5 (es.: focaccia al formaggio, tortino ricotta e spinaci)
da 0,5 a 1 volta alla settimana
Valutazione: mediocre Commento alla valutazione Numero di porzioni eccessivo
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Non conviene eccedere nel consumo di formaggi. La presenza nel menù dei bambini di un numero eccessivo di porzioni di formaggio farà sì che si riduca il consumo di altri alimenti importanti fonti di proteine come il pesce, le uova e i legumi, che dovrebbero essere idealmente tutti presenti nella dieta del bambino. Il consumo ideale di formaggio, tra pranzo e cena, è di 4 porzioni alla settimana.
Valutazione: buono Commento alla valutazione Numero di porzioni adeguato
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Nei giorni in cui il bambino mangia formaggio a scuola, si può completare la dieta servendo per cena un piatto unico (es.: pasta e fagioli) o un secondo piatto a base di carne, pesce o uova, accompagnato da un primo piatto e da un contorno di verdure. Il consumo ideale di formaggio, tra pranzo e cena, è di 4 porzioni alla settimana.
Valutazione: mediocre Commento alla valutazione Numero di porzioni insufficiente
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Se il formaggio non viene servito a scuola, lo si può proporre al bambino a casa per cena o durante il fine settimana. Il formaggio può essere presentato come secondo piatto, accompagnato da un contorno di verdure crude o cotte, o anche come guarnizione di un primo piatto (es.: pasta ai formaggi) o come ingrediente di un piatto unico (es.: tortino di ricotta e spinaci). Il consumo ideale di formaggio, tra pranzo e cena, è di 4 porzioni alla settimana.
 
Numero di porzioni:

8 Legumi

Piselli, fagiolini, lenticchie, ceci, fagioli
Per fare il calcolo considerate che:
1 piatto unico o 1 contorno = 1 (es.: pasta e fagioli, fagiolini al vapore, piselli in umido)
1 guarnizione = 0.5 ( es.: risotto e piselli)
da 1 a 2 volte alla settimana
Valutazione: mediocre Commento alla valutazione Numero di porzioni eccessivo
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Non conviene eccedere nel consumo di legumi. La presenza nel menù dei bambini di un numero eccessivo di porzioni di legumi farà sì che si riduca il consumo di altri alimenti importanti fonti di proteine come il pesce, le uova e il formaggio e delle verdure, che dovrebbero essere idealmente tutti presenti nella dieta del bambino. Il consumo ideale di legumi, tra pranzo e cena, è di 2 porzioni alla settimana.
Valutazione: accettabile Commento alla valutazione Numero di porzioni accettabile
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Non conviene eccedere nel consumo di legumi. La presenza nel menù dei bambini di un numero eccessivo di porzioni di legumi farà sì che si riduca il consumo di altri alimenti importanti fonti di proteine come il pesce, le uova e il formaggio e delle verdure, che dovrebbero essere idealmente tutti presenti nella dieta del bambino. Il consumo ideale di legumi, tra pranzo e cena, è di 2 porzioni alla settimana.
Valutazione: buono Commento alla valutazione Numero di porzioni adeguato
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Nei giorni in cui il bambino mangia pasta o riso e legumi a scuola, si può completare la dieta servendo per cena un primo piatto asciutto ed un secondo piatto a base di carne, salumi, uova o formaggio, accompagnato da un contorno di verdure. Se il bambino consuma a scuola un contorno a base di legumi (es.: fagiolini, piselli) è bene scegliere come contorno un'altra verdura cotta o meglio cruda. Il consumo ideale di legumi, tra pranzo e cena, è di 2 porzioni alla settimana.
Valutazione: mediocre Commento alla valutazione Numero di porzioni insufficiente
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Se i legumi non vengono serviti a scuola, li si può proporre al bambino a casa per cena o durante il fine settimana. Fagioli, lenticchie, ceci, abbinati a pasta o riso, possono costituire un ottimo piatto unico. In alternativa i legumi (es.: fagiolini, piselli) rappresentano un valido contorno. Il consumo ideale di legumi, tra pranzo e cena, è di 2 porzioni alla settimana.
 
Numero di porzioni:

9 Verdura

Broccoli, carote, coste, erbette, finocchi, insalata verde, melanzane, pomodori, spinaci, zucca, zucchine, minestrone di verdura, passato di verdura
Per fare il calcolo considerate che:
1 primo piatto in brodo o 1 contorno = 1 (es.: passato di verdura, carote prezzemolate, insalata verde)
1 guarnizione = 0.5 ( es.: orecchiette con i broccoli, risotto con le zucchine, tortino di verdure)
3 o più volte alla settimana
Valutazione: mediocre Commento alla valutazione Numero di porzioni insufficiente
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Se le verdure non vengono servite a scuola, le si può proporre al bambino a casa per cena e in ogni caso durante il fine settimana. Tutte le verdure crude o cotte costituiscono un ottimo contorno e possono accompagnare sia un secondo piatto a base di carne, pesce, uova o formaggio, sia un piatto unico come la pizza. Le verdure possono, inoltre, essere utilizzate come guarnizione nella preparazione dei primi piatti (es.: pasta con zucchine, orecchiette con i broccoli) o di piatti unici (es.: sformato di verdure). E' bene abituare il bambino a consumare questi alimenti anche sotto forma di minestrone o passato di verdure. Il consumo ideale di verdure è di 2 porzioni al giorno, tra pranzo e cena. E' bene variare il più possibile nella scelta delle verdure e preferire i prodotti di stagione.
Valutazione: accettabile Commento alla valutazione Numero di porzioni accettabile
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Se la verdura non è proposta tutti i giorni a scuola, si può completare la dieta del bambino servendo per cena un primo piatto asciutto o in brodo a base di verdure (es.: pasta al ragù vegetale, vellutata di verdure) ed un secondo piatto con contorno di verdure. Il consumo ideale di verdure è di 2 porzioni al giorno, tra pranzo e cena. E' bene variare il più possibile nella scelta delle verdure e preferire i prodotti di stagione.
Valutazione: buono Commento alla valutazione Numero di porzioni adeguato
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Le verdure possono essere proposte nella dieta del bambino anche sotto forma di guarnizione di un primo piatto (es.: risotto con zucchine) o di un piatto unico (es.: tortino di verdure). Possono essere proposte come merenda (es.: verdure in pinzimonio) e devono accompagnare come contorno un secondo piatto. Nel scegliere il contorno per la cena è bene proporre una verdura cotta, se lo stesso giorno il bambino ha consumato una verdura cruda a scuola, e viceversa. Il consumo ideale di verdure è di 2 porzioni al giorno, tra pranzo e cena. E' bene variare il più possibile nella scelta delle verdure e preferire i prodotti di stagione.
 
Numero di porzioni:

10 Patate

Patate al forno, patate prezzemolate, purè di patate, patatine fritte, crocchette di patate
Per fare il calcolo considerate che:
1 contorno = 1 (es.: patate al forno, purè di patate)
1 guarnizione o 1 piatto misto = 0.5 ( es.: passato di carote e patate, sformato di patate, fagiolini e patate lessati)
da 1 a 2 volte alla settimana
Valutazione: mediocre Commento alla valutazione Numero di porzioni eccessivo
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Non conviene eccedere nel consumo di patate. La presenza nel menù dei bambini di un numero eccessivo di porzioni di patate farà sì che si riduca il consumo di altri alimenti importanti come le verdure, che dovrebbero essere sempre presenti nella dieta del bambino. Le patate andrebbero consumate 1-2 volte a settimana, sia come tali, sia in preparazioni.
Valutazione: accettabile Commento alla valutazione Numero di porzioni accettabile
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Non conviene eccedere nel consumo di patate. La presenza nel menù dei bambini di un numero eccessivo di porzioni di patate farà sì che si riduca il consumo di altri alimenti importanti come le verdure, che dovrebbero essere sempre presenti nella dieta del bambino. Le patate andrebbero consumate 1-2 volte a settimana, sia come tali, sia in preparazioni.
Valutazione: buono Commento alla valutazione Numero di porzioni adeguato
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Nei giorni in cui il bambino mangia le patate a scuola, si può completare la dieta servendo a cena un contorno a base di verdure crude o cotte. Le patate andrebbero consumate 1-2 volte a settimana, sia come tali, sia in preparazioni.
Valutazione: mediocre Commento alla valutazione Numero di porzioni insufficiente
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Se le patate non vengono servite a scuola, le si può proporre al bambino a casa per cena o durante il fine settimana, sia come contorno che accompagna un secondo piatto, sia come ingrediente nella preparazione di piatti unici (es.: sformato di ricotta e patate). Le patate andrebbero consumate 1-2 volte a settimana, sia come tali, sia in preparazioni.
 
Numero di porzioni:

11 Alimenti fritti

Patatine fritte, crocchette di patate, bastoncini di merluzzo, medaglioni di nasello impanati, cotoletta impanata
Per fare il calcolo considerate che:
1 alimento fritto = 1 (es.: crocchette di patate, bastoncini di pesce, lonza impanata)
meno di 1 volta alla settimana
Valutazione: mediocre Commento alla valutazione Numero di porzioni eccessivo
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Non conviene eccedere nel consumo di alimenti fritti. Preferite a casa altri tipi di cottura: al vapore, al forno, ai ferri
Valutazione: accettabile Commento alla valutazione Numero di porzioni accettabile
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Non conviene eccedere nel consumo di alimenti fritti. Preferite a casa altri tipi di cottura: al vapore, al forno, ai ferri
Valutazione: buono Commento alla valutazione Numero di porzioni adeguato
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Anche se il bambino non consuma molti alimenti fritti a scuola, è bene preferire a casa tecniche di cottura più semplici: al vapore, al forno, ai ferri
 
Numero di porzioni:

12 Frutta

Arancia, banana, mela, mandarino, pera, pesca, prugna, uva
Per fare il calcolo considerate che:
1 frutto grande (es.: banana, mela..) o 2 frutti piccoli (es.: prugna, mandarino..) = 1
4 o più volte alla settimana
Valutazione: mediocre Commento alla valutazione Numero di porzioni insufficiente
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Se la frutta non viene servita a scuola tutti i giorni, la si può proporre al bambino come spuntino di metà mattina, a casa per merenda e al termine della cena. La frutta deve essere proposta al bambino più volte al giorno anche durante il fine settimana. Il consumo ideale di frutta è di 3 porzioni al giorno. E' bene variare il più possibile nella scelta della frutta, dando preferenza ai prodotti di stagione.
Valutazione: accettabile Commento alla valutazione Numero di porzioni accettabile
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Se la frutta non viene servita a scuola tutti i giorni, la si può proporre al bambino come spuntino di metà mattina, a casa per merenda e al termine della cena. La frutta deve essere proposta al bambino più volte al giorno anche durante il fine settimana. Il consumo ideale di frutta è di 3 porzioni al giorno. E' bene variare il più possibile nella scelta della frutta, dando preferenza ai prodotti di stagione.
Valutazione: buono Commento alla valutazione Numero di porzioni adeguato
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa La frutta, oltre ad essere servita al termine dei pasti, può essere proposta al bambino anche come spuntino di metà mattina o come merenda del pomeriggio. La frutta deve essere proposta al bambino più volte al giorno anche durante il fine settimana. Il consumo ideale di frutta è di 3 porzioni al giorno. E' bene variare il più possibile nella scelta della frutta, dando preferenza ai prodotti di stagione.
 
Numero di porzioni:

13 Dessert

Yogurt, budino, gelato, torta, merendina
Per fare il calcolo considerate che:
1 alimento = 1 (es.: yogurt, budino, fetta di torta)
meno di 1 volta alla settimana
Valutazione: mediocre Commento alla valutazione Numero di porzioni eccessivo
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Il consumo di questi alimenti non dovrebbe superare 1 porzione al giorno. Inoltre, questi alimenti non dovrebbero essere proposti a fine pasto al posto della frutta
Valutazione: accettabile Commento alla valutazione Numero di porzioni accettabile
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Il consumo di questi alimenti non dovrebbe superare 1 porzione al giorno. Inoltre, questi alimenti non dovrebbero essere proposti a fine pasto al posto della frutta
Valutazione: buono Commento alla valutazione Numero di porzioni adeguato
Raccomandazioni per integrare la dieta del bambino a casa Il consumo di questi alimenti non dovrebbe superare 1 porzione al giorno. Inoltre, questi alimenti non dovrebbero essere proposti a fine pasto al posto della frutta



Calcola
Reset

 




OK Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.