Il mondo Altroconsumo:
News

Ray-Ban a 20 euro per beneficenza: bufala pericolosa

20 gennaio 2016
Ray-Ban a 20 euro per beneficenza: bufala pericolosa

Ti è arrivato su Facebook l'invito a un evento per accedere a una presunta asta benefica Ray-Ban? È una truffa. La promessa è di occhiali a 19,99 euro, di cui metà devoluti in beneficenza, ma dietro si nascondo un virus, se clicchi sull'evento, e il furto dei dati della carta di credito, se procedi all'acquisto. Ecco cosa fare se ti è capitato.

Se hai un profilo Facebook, di sicuro avrai notato l'ondata di inviti a una presunta asta benefica Ray-Ban: occhiali da sole a un prezzo più che vantaggioso (19,99 euro) e 50% dei profitti devoluti ai bambini bisognosi. Uno specchio per le allodole: non solo è una bufala, ma è anche una truffa, come avvisa la Polizia di Stato. Se dovesse esserti successo, ecco cosa puoi fare.

Attenzione al virus

Quando ti arriva l'invito da parte dei tuoi amici su Facebook, stai attento a non cliccare sui link esterni al social: se dovessi farlo il virus ruberebbe l'elenco dei tuoi amici e invierebbe loro lo stesso invito. Proprio per questo il contagio è a catena. Se il tuo account è stato infettato dal virus, invece, puoi "curarlo" in questo modo:

  • cambia la password di Facebook;
  • controlla tutti i post che hai pubblicato e elimina quelli che non sono tuoi;
  • controlla le componenti aggiuntive del social: se c'è qualcosa di strano, per sicurezza, cancellalo perché il malware potrebbe trovarsi proprio lì.

Non acquistarli

Al di là del virus, è una truffa bella e buona. Se dovessi seguire i passaggi suggeriti e procedere all'acquisto, potrebbero rubarti i dati della carta di credito che hai inserito. Dunque il consiglio che ti diamo se hai aderito all’offerta è di tenere sotto controllo i movimenti della tua carta sia online con i servizi messi a disposizione dagli emittenti sia sull’estratto conto. Se ti rendi conto che è stata usata fraudolentemente da terzi è bene bloccarla e fare denuncia alle Autorità. E fai reclamo con denuncia allegata all’emittente contestando gli utilizzi; se gli utilizzi sono stati fatti fraudolentemente online dopo la tua contestazione e dopo la verifica da parte dell’emittente ti verrà riaccreditato tutto.



OK Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.