Il mondo Altroconsumo:
News

Biglietti aerei online non proprio low cost

20 marzo 2012
Biglietti aerei online non proprio low cost

Prenotare un volo in internet è spesso un terno al lotto. Offerte che sono specchietti per le allodole. Prezzi che cambiano velocemente. Costi extra che spuntano come funghi. Lo dice la nostra inchiesta. Ecco come sgonfiare il costo del biglietto.

Sono davvero scarse le probabilità di trovare un prezzo più basso in un canale alternativo al sito della compagnia più economica. È quello che emerge da una nostra inchiesta, in cui abbiamo messo a confronto le tariffe delle compagnie aeree low cost con quelle proposte da agenzie online (per esempio eDreams ed Expedia) e da motori di ricerca dedicati a voli (come Skyscanner e Easyviaggio). Nemmeno due volte su dieci questi siti sono capaci di farci fare l’affare, trovando cioè una soluzione a un prezzo più basso.

E il conto prende il volo
Mai fidarsi del prezzo che compare in prima battuta. La differenza tra offerta iniziale e prezzo effettivo, quello che pagheremo alla fine, può essere notevole. C’è di più: alcune offerte che inizialmente sembrano più convenienti di altre, alla fine si rivelano più care. Quindi il confronto va fatto con il prezzo che compare alla fine del percorso di prenotazione e non con la prima tariffa mostrata dai siti.
Sono tante le voci che fanno lievitare enormemente il prezzo: tasse e spese, imbarchi prioritari e speciali, polizze assicurative, perfino le commissioni (illegali) per il pagamento con carta di credito.

I trucchi per spendere meno

  1. Mai troppo presto, quando i prezzi sono standard. Mai troppo tardi, quando i posti stanno per finire e le tariffe schizzano. Il biglietto aereo va acquistato due o tre mesi prima della partenza.
  2. Non durante il weekend, meglio cercare di martedì o mercoledì. E sempre di pomeriggio. È più probabile beccare l’affare: lo dicono alcuni ricercatori che hanno studiato gli algoritmi dei siti.
  3. Si può cominciare consultando i motori di ricerca tipo Skyscanner, per avere un’idea dei prezzi, dei voli e delle compagnie che operano sulla tratta. E poi controllare sempre sui siti ufficiali delle compagnie.
  4. Voli di linea o low cost?  I primi hanno tariffe più stabili, gli altri, pur subendo più oscillazioni di prezzo, risultano mediamente più economici del 35%, con punte del 75%.
  5. Occhio ai bagagli. Le regole sul peso e le dimensioni delle valigie sono molto rigide sui voli low cost. Una volta in aeroporto, chi non ha rispettato i parametri, deve pagare extra molto salati.
  6. Bisogna fare molta attenzione a cosa si clicca. Si rischia di acquistare servizi non voluti: imbarco prioritario, posti speciali, assicurazione, noleggio dell’auto, albergo e altro. Vendono perfino valigie.


Siti esaminati nella nostra inchiesta

  • eDreams
  • Expedia
  • GoVolo
  • Lastminute
  • Travelprice
  • Volagratis
  • Volo 24
  • Easyviaggio
  • Jetcost
  • Skyscanner



Prova ora: 2 euro 2 mesi