Il mondo Altroconsumo:
News

Class action Trenord, la battaglia continua. Intanto i prezzi salgono

30 gennaio 2015
Class action Trenord, la battaglia continua. Intanto i prezzi salgono

Mentre la class action di Altroconsumo contro Trenord per i disagi subìti dai pendolari a dicembre 2012 è in Tribunale, Trenord aumenta i prezzi degli abbonamenti, ma lascia invariato il servizio.

Mentre la class action di Altroconsumo sta seguendo il suo iter in Tribunale, Trenord decide di aumentare i prezzi senza migliorare il servizio. Dal 1 febbraio 2015 sono aumentati del 4% i prezzi degli abbonamenti settimanali, mensili e annuali, compresi quelli di Malpensa Express. La decisione presa dalla Regione Lombardia dispone di fatto i rincari a una propria partecipata: un fulgido esempio di incastro di ruoli dove a rimetterci sono gli utenti.

A fronte degli aumenti c'è un futuro piano di miglioramento al momento solo annunciato. La realtà attuale sono i 125 minuti di ritardo su un percorso di 22 minuti sulla tratta Como-Chiasso di qualche giorno fa: un esempio di come gli utenti paghino in disservizi.

Ora è ancora più urgente che il giudice del Tribunale di Milano dia seguito alla class action Altroconsumo contro Trenord, già ammessa e alla quale hanno aderito formalmente 6136 utenti con disagi e danni documentati per la gestione disastrosa e il tilt del servizio nel dicembre di due anni fa.

La class action di Altroconsumo

Dopo più di un anno e mezzo di raccolta delle adesioni e dopo essere stati vicini ai viaggiatori in quattro stazioni lombarde (Milano Garibaldi, Bergamo, Brescia e Milano Cadorna), Altroconsumo ha depositato le 6.136 adesioni formali correttamente ricevute da parte dei pendolari in cancelleria presso il tribunale di Milano. In tanti infatti hanno aderito a questa iniziativa: si tratta della più grande azione risarcitoria collettiva mai avviata nel nostro Paese. Il 25 novembre si è tenuta la prima (interlocutoria) udienza, ma è difficile dire oggi quanto tempo occorrerà per arrivare alla sentenza.

I momenti della consegna delle 6.136 adesioni

Nel dicembre del 2012 più di 700 mila pendolari lombardi hanno subito ritardi e soppressioni di treni per quasi una settimana. Dopo questo grave episodio di inadempienze e disservizi abbiamo deciso di avviare una class action contro Trenord, che di quei disservizi è responsabile. Abbiamo chiesto a Trenord di risarcire i viaggiatori coinvolti con 4 mensilità di abbonamento.


Correlati


OK Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.