Il mondo Altroconsumo:
News

Imu: il saldo entro il 16 dicembre

28 settembre 2014
Imu: il saldo entro il 16 dicembre

A metà dicembre, oltre al conguaglio della Tasi, scade anche il termine per il pagamento del conguaglio dell'Imu sugli immobili diversi dalle abitazioni principali. Entro il 28 ottobre, i Comuni dovranno deliberare le aliquote da applicare: verifica, quindi, sul sito del tuo Comune prima di fare il calcolo. 

Chi deve versarla

I proprietari di immobili adibiti ad abitazione principale non devono più pagare l'Imu, sostituita invece dalla Tasi. Per tutti gli altri immobili, invece, l'Imu resta; pagano l'Imu anche i proprietari degli immobili accatastati come A1, A8 e A9 anche se utilizzati come abitazione principale, ma potranno usufruire dell'aliquota ridotta deliberata dal Comune e della detrazione di 200 euro. E' bene ricordare che per abitazione principale s’intende la “dimora abituale” del contribuente o della sua famiglia.

Quando pagare

Se hai pagato entro il 16 giugno la prima rata dell'Imu, ricordati che il 16 dicembre scade il termine per versare il saldo. Per calcolare quanto devi pagare, però devi aspettare che il tuo Comune approvi con delibera le aliquote per calcolare la rata di conguaglio. Verifica, quindi, sul sito del tuo Comune la delibera di approvazione delle aliquote che per legge i Comuni devono approvare entro il 28 ottobre di ogni anno. A questo punto basta fare il calolo di quanto in totale dovresti pagare per l'anno 2014 con le nuove aliquote e togliere quello che hai già versato a giugno con la prima rata.



Prova ora: 2 euro 2 mesi